Sarcopenia mancanza di massa muscolare

Sarcopenia: cause, conseguenze e trattamenti

muscoli

La massa muscolare é il tessuto più studiato in ricerca degli ultimi 10 anni.Gli ultimi studi indicano che la massa muscolare ha numerose funzioni oltre che a quella di movimento e sostegno,quali ad esempio:

riserva energetica: il muscolo è il principale serbatoio di glicogeno dell’organismo, assieme al fegato.Il glicogeno é lo zucchero di stoccaggio energetico, quindi se manca tessuto muscolare la persona avverte debolezza generalizzata.

regolazione della glicemia,per gli stessi motivi: se manca il magazzino di stoccaggio, gli zuccheri assunti con l’alimentazione rimangono in circolo.

proprietà anti infiammatorie: il muscolo produce potenti sostanze anti infiammatorie,chiamate miochine. Chi ha poca massa muscolare è quindi più soggetto a malattie ed infiammazioni.

regolazione del metabolismo e della digestione: il muscolo è la struttura metabolicamente più attiva,ovverosia quella che brucia più calorie. Inoltre,sono i muscoli a muovere stomaco ed intestino per un buon processo digestivo. Se manca massa muscolare il metabolismo è lento  e la digestione difficile.

Recenti ricerche nel campo della geriatria hanno indicato la conservazione della massa muscolare come uno dei principali fattori predittivi per l’invecchiamento in salute. Un anziano che invecchia mantenendo buona parte della sua massa muscolare ha maggiori speranze di mantenere la propria autonomia.

Per questi e per molti altri motivi è importante preservare la propria massa muscolare, e cercare di recuperare quella che non c’è.

Ma come si perde la massa muscolare?

Uno dei principali fattori è la sedentarietà: semplicemente, la mancanza di movimento induce il muscolo ad ridursi in volume. È un tessuto che consuma un sacco, perchè mantenerlo se non viene utilizzato?

Da notare però che esiste la possibilità di perdere massa muscolare anche con attività fisica non corretta.

Un altro importante fattore è l’alimentazione. Una alimentazione con una prevalenza di farinacei (pasta pane e derivati) oppure ricca in sodio (sale,insaccati,formaggi), se non compensata con abbondanti introiti in vegetali, tende a ridurre la massa muscolare.

Lo stress psicologico e l’ansia aumentano la produzione di ormoni (principalmente il cortisolo) che disgregano il tessuto muscolare, al quale il corpo attinge per fornire energia al sistema nervoso.

 Come si recupera la massa muscolare?

Innanzitutto occorre ridurre i comportamenti sopra citati,quelli che riducono la massa muscolare, quindi evitare la sedentarietà, evitare il consumo eccessivo di farinacei e sodio, attuare tecniche di rilassamento per la riduzione dello stress. Fermare la perdita di massa muscolare è già estremamente positivo per l’organismo.

Per recuperare massa muscolare l’unico sistema è l’attività fisica. È importante notare che l’età non incide sulla possibilità di recupero o meno del muscolo. Uno studio del 2012 ha dimostrato la crescita del 40% del volume dei muscoli delle gambe in pazienti ultranovantenni.

Ma per recuperare muscolatura ci vuole l’ attività fisica corretta.Infatti,tutti i tipi di attività fisica possono avere effetti positivi: sulla circolazione,sulla respirazione,sull’umore…ma pochissimi aumentano effettivamente la quantità di muscolo. Possono aumentarne la “forza” e la “tonicità”, ma per avere gli effetti sopra citati occorre sopratutto la quantità.

camminata: buon effetto circolatorio,ma praticamente nessun effetto sull’aumento di muscolo.

corsa: la corsa veloce per brevi tratti favorisce l’aumento di muscolatura delle gambe. la corsa prolungata (30 min o più) a ritmo costante può avere un effetto opposto,cioè riduce la massa muscolare totale.

nuoto: discreto effetto sulla muscolatura, sopratutto in chi è poco allenato o abituato. Con il tempo l’effetto si riduce molto.

bicicletta: praticamente analoga alla corsa.

aerobica,corsi in palestra,ballo ecc: sono attività sicuramente gradevoli e con molti aspetti positivi, ma quasi mai hanno l’effetto di far recuperare massa muscolare, piuttosto agiscono sulla forza.

esercizi a corpo libero: hanno effetto sulla elasticità ed un minimo anche sulla quantità di muscolo.

esercizi con macchine e manubri in palestra: questo tipo di attività ha il massimo effetto sull’aumento di muscolo. Se ben pianificata, è un tipo di attività adatta a tutte le età, in particolare all’anziano che è più carente di massa muscolare. Unico neo: occorre una pianificazione competente e molta precisione nell’eseguire l’attività.

Logo MDS - Mal di schiena passo passo

Se soffri di problemi alla schiena, qui c'è tutto quello che ti occorre

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per migliorare al massimo il mal di schiena

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Vuoi ricevere consigli gratuiti mirati sul tuo caso? Fai il TEST!