Curare i sintomi dello stress e dolori articolari

Può una cattiva alimentazione essere causa di dolori articolari?
Posso migliorare il mio mal di schiena con la dieta?
Soffro spesso di gonfiori di stomaco ed intestino, ma dagli esami non risulta nulla, posso aiutarmi con l’alimentazione e con l’attività fisica?

La risposta a queste domande (e a molte altre analoghe), è naturalmente SI.
Vediamo come una cattiva alimentazione,abbinata alla sedentarietà, può peggiorare lo stato di salute:

– una alimentazione ricca di farinacei,carni,insaccati, formaggi,e povera in vegetali, è una alimentazione ACIDA. Il corpo non tollera l’acidità, e si protegge dall’alimentazione acida immettendo in circolo elementi basici (principalmente CALCIO e POTASSIO). Il problema è che le maggiori riserve di calcio e potassio nell’organismo sono il tessuto muscolare ed il tessuto osseo. Ecco che una alimentazione sbilanciata verso farinacei e carni può indebolire la struttura scheletrica e muscolare.

– il corpo ha dei ritmi fisiologici circadiani: è molto recettivo per il cibo (in particolare i carboidrati) al MATTINO, mediamente recettivo a PRANZO, pochissimo recettivo a CENA. Quindi l’abbondanza in carboidrati (pane e farinacei) e zuccheri (dolci e frutta), dovrebbe essere alta a colazione, media a pranzo, scarsa o nulla a cena. Nella maggior parte dei casi le persone invertono totalmente questo ritmo: la cena è più abbondante sia del pranzo che della colazione. Nel tempo questo porta ad alterazione e rallentamento del metabolismo, accumulo di grasso, aumento della pressione arteriosa e disturbo del sonno.

– la sedentarietá porta ad indebolimento della struttura muscolare. Il tessuto muscolare nel corpo ha una importanza fondamentale: oltre ad essere quello che ci permette di muoverci, sono muscoli che muovono stomaco ed intestino, e a svolgere importanti funzioni metaboliche (il tessuto muscolare è quello che consuma più calorie). Una perdita del tessuto muscolare si accompagna quindi a rallentamento della motilità gastro enterica (con frequente comparsa di gonfiori) ed a rallentamento del metabolismo. Inoltre la perdita di tessuto muscolare scheletrico favorisce la comparsa di lombalgie,cervicalgie e dolori articolari.
Alimentazione ed attività fisica possono fare moltissimo sia sul piano dei dolori articolari sia su quello dei sintomi “metabolici” (gonfiori,disturbi del sonno,bruciori gastrici,stanchezza cronica). Presso il nostro centro stiamo conducendo uno studio,monitorando i sintomi di più di 200 pazienti. I pazienti compilano un questionario dove assegnano un voto da 0 (nessun problema) a 10 (dolore forte e costante) ad una serie di problemi articolari:cervicale,lombare,ginocchia… inoltre comunicano la presenza o non presenza di una serie di sintomi metabolici. Potete trovare lo stesso questionario alla pagina autovalutazione dello stato di salute.
Dopo 1 mese, ecco i risultati: questo gruppo ha solo cambiato la sua alimentazione,senza fare alcun tipo di attività fisica. La prima colonna indica il punteggio complessivo assegnato ai dolori articolari, la seconda il numero di distretti in cui veniva riferito dolore, la terza la quantità di sintomi metabolici riferiti.

grafico studio scientifico
Come è possibile vedere,sia i disturbi articolari che quelli metabolici si sono notevolmente ridotti. Perchè? Sicuramente non solo per la perdita di peso:
– il regime adottato è fortemente BASICO ed anti infiammatorio, ricco di vegetali e povero di alimenti ricchi di sodio quali farinacei,insaccati e formaggi. Di conseguenza, il tessuto osseo e muscolare ne hanno tratto beneficio,ed il grado infiammatorio complessivo è diminuito.
– il piano alimentare è CIRCADIANO: colazione più abbondante del pranzo,pranzo più abbondante della cena. Ne consegue un miglior andamento ormonale ed un riposo notturno di qualità, con tutti i vantaggi che ne conseguono.
Se soffrite di dolori articolari diffusi, di problemi di stomaco/intestino,di stanchezza cronica o di altri sintomi “vaghi”, non esitate a cambiare abitudini alimentari: consultate uno specialista in nutrizione o consultate i comportamenti corretti negli articoli sul sito.
Per un contatto diretto con i nostri centri cliccate su contatti.

Logo MDS - Mal di schiena passo passo

Se soffri di problemi alla schiena, qui c'è tutto quello che ti occorre

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per migliorare al massimo il mal di schiena

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Vuoi ricevere consigli gratuiti mirati sul tuo caso? Fai il TEST!