Vuoi un'analisi completa del tuo disturbo in meno di 10 minuti per scoprire i possibili rimedi? Prova il TEST gratuito!
Voglio provare il TEST!
Dolore cervicale causato dal metabolismo

Caso studio: tensione del collo legata al metabolismo

La storia di Claudia è in realtà la storia di un mio clamoroso errore di valutazione.

Errore che mi sarei potuto evitare se avessi seguito la procedura che io stesso mi sono “codificato”, e che è alla base dei vari test di autovalutazione che ho messo in Cervicale STOP! Si può essere più scemi?

Mi sono fatto fregare da un elemento che sembrava la “chiave risolutrice”, ma che in realtà non ha risolto un bel nulla.

O forse, mi sono fatto fregare dal fatto che conosco Claudia da una vita, e questo mi ha portato a valutarla in modo troppo confidenziale.

Lascia che ti spieghi com’è andata…

Sintomi avvertiti

Claudia ha 35 anni e fa l’impiegata davanti ad un computer da quasi 15.

È venuta da me perchè da diversi mesi avvertiva un forte dolore sul lato sinistro del collo.

Questo dolore era presente anche (e forse sopratutto) di notte e al mattino, al punto che faticava a trovare una posizione per dormire.

Il dolore aveva la caratteristica di una “morsa” costante al trapezio sinistro, che irradiava fino al braccio e alla scapola, non peggiorata da alcun movimento particolare.

dolore-trapezio

Il resto della colonna vertebrale stava bene, ma anche il suo collo era finora passato indenne alla “sindrome da 8 ore di computer al giorno”.

Elemento interessante: aveva un linfonodo del collo sempre gonfio sul lato sinistro, cosa che l’aveva portata a fare una ecografia per sicurezza.

La valutazione (errata) che le ho fatto

Quando le ho fatto l’intervista iniziale, mi sono lasciato ingannare da un elemento importante: qualche anno fa, Claudia ha avuto un forte trauma al cranio, proprio sul lato sinistro.

È caduta all’indietro con gli sci ed ha battuto il lato sinistro della nuca.

Era quindi plausibile che da lì fosse partita una maggior rigidità muscolare, e che nel giro di qualche anno questa avesse raggiunto una “soglia critica”.

La mia ipotesi sembrava alquanto verosimile, se si considera che il movimento di inclinazione a destra (cioè quando il trapezio sinistro si deve “tirare”) era nettamente più limitato rispetto a quello di inclinazione a sinistra.

screen-shot-2016-12-28-at-10-55-35

Ho quindi giudicato quello di Claudia un problema prettamente “meccanico”, ed impostato quindi una serie di esercizi di alleggerimento del trapezio.

Peccato che…

Il “colpo di scena”

stupore

Ragazza giovane, di ottima struttura fisica, con un disturbo relativamente recente: tutti elementi che mi facevano pensare che il disturbo sarebbe migliorato quasi subito.

E invece passano 1,2,3,4 settimane di esercizi (e anche trattamenti) ma nulla sembra muoversi: una situazione decisamente anomala.

Decidiamo quindi di approfondire con una risonanza magnetica, che con la lista di attesa sarebbe stata fatta 2 mesi dopo.

Nel frattempo accade una cosa strana: non la vedevo da un mese, e Claudia mi chiama dicendomi che nell’ultimo mese il suo disturbo era praticamente sparito.

Cos’era successo?

Semplice (o mica tanto): Claudia si era recata da una nutrizionista, per risolvere diversi problemi di gonfiore addominale che la attanagliavano da tempo, e dei quali non ero a conoscenza (ovvio, non glielo avevo chiesto).

La nutrizionista le ha proposto temporaneamente una dieta senza glutine, per il quale sospettava una intolleranza.

Dopo soli 15 giorni, i gonfiori erano notevolmente diminuiti ma sopratutto….il dolore al collo era scomparso!

Cosa aveva Claudia, e come sarebbe andata con la valutazione di Cervicale STOP!

 

Rimedi cervicale metabolismo

Evidentemente, Claudia ha sviluppato negli anni una intolleranza al glutine, anche se non è assolutamente celiaca.

L’assunzione di glutine aumentava in lei lo stato infiammatorio (che poi ho confermato con una analisi della composizione corporea BIA ACC, vedi immagine sotto), che evidentemente si sfogava in un “punto debole” creatosi a livello del collo (magari proprio a causa del trauma).

bia-scia

Ecco perchè aveva il linfonodo gonfio, che in effetti non è una manifestazione tipicamente di problema muscolo scheltrico.

Se le avessi fatto nè più nè meno che l’intervista sui sintomi che propongo in Cervicale STOP!, sarebbe emerso che:

– come “elemento meccanico” c’era solo il trauma
– c’erano un sacco di sintomi di metabolismo non funzionante

A quel punto, le avrei proposto uno degli schemi alimentari di Cervicale STOP!, che in fase iniziale sono sempre senza glutine, proprio per l’alto potere infiammatorio di questa molecola.

Il test per capire le cause del proprio disturbo cervicale è incluso nella demo di Cervicale STOP!, mentre non lo è quello per capire il proprio schema alimentare ideale.

Tuttavia si possono ottenere ottimi risultati anche con i consigli sul metabolismo inclusi nella demo.

Conclusione

La storia di Claudia è la storia di un mio grossolano errore che avrei potuto evitare soltanto se avessi preso in considerazione tutti i sintomi che lamentava, non soltanto quello che sembrava essere di mia competenza.

È una storia che dimostra quanto sia fondamentale valutare tutti i possibili aspetti del disturbo cervicale.

Non c’è bisogno di chissà quali strumenti o esami: già i sintomi che la persona avverte possono indirizzare verso il percorso corretto.

Tutti i sintomi li potrai valutare grazie a Cervicale STOP!: alcuni test sono compresi anche nell’estratto gratuito che puoi scaricare.

 

Rimedi cervicale metabolismo

Articolo precedente
Caso studio: rigidità cervicale e mal di testa da sovraccarico posturale
Articolo successivo
Nausee e disturbi digestivi in gravidanza: combatterli con la dieta

Post correlati

No results found

9 Commenti. Nuovo commento

  • Anch’io come Claudia e da un anno che ho dolori e rigidità al collo !! Fatta risonanza con esito ernia c6 c7 verso destra ma la morsa non si attenua e oltretutto essendo un appassionato di body building ho perso buona parte del tono muscolare sul lato destro parte alta del petto e tricipite!!! Possibile che dopo tutto questo tempo visto ho ricominciato ad allenarmi non ho ripreso tono e soprattutto i disturbi non sono andati via? Aiuto!!!!!

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      21 Maggio 2018 09:58

      Antonio, occorre capire cosa hai fatto per risolvere il disturbo. se sei semplicemente tornato ad allenarti, è possibilissimo che questo non sia stato abbastanza…

      Rispondi
  • Stessi miei disturbi.

    Rispondi
  • Avatar
    Ombretta Giovagnoli
    6 Gennaio 2019 10:20

    Buongiorno, mio figlio 38enne da circa tre mesi ha dei linfonodi cervicali ingrossati e dolenti che vanno e vengono sia a dx che a sx , ha fatto visite ed eco e tutti gli dicono di stare sereno che nn sono preoccupanti, ma da cosa dipendono nessuno gliel’ha detto ! Chiedo a Lei gentilmente se può dirci qualcosa di più, perché se si ingrossano un motivo dovrà pur esserci !
    La ringrazio anticipatamente.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      7 Gennaio 2019 06:41

      Buongiorno Ombretta. Davvero non so esprimermi maggiormente sulla situazione. sicuramente non si tratta di un problema scheletrico, quelli non gonfiano i linfonodi

      Rispondi
  • Ciao anche io soffro da qualche mese di mal di collo sul lato destro posteriore, tutto è cominciato correndo, ma lo faccio da un po’ di anni egiranto la testa ho sentito una sensazione strana :come se qualcuno mi tirasse qualcosa in testa, sensazione che nei mesi si è amplificata, tuttavia il dolore non è lancinante ma quasi sordo tanto che mi permette lo stesso di continuare a correre, e accuso dolore solo tirando o girando eccessivamente il collo, stessa cosa la sensazione che qualcuno mi tiri qualcosa sulla nuca, sono stato dal mio medico e mi ha detto che è cervicale senza darmi nessuna cura,sinceramente non so cosa farea la cosa inizia a preoccuparmi

    Rispondi
  • Ciao ..io ho gli stessi sintomi di Claudia irrigidita al collo che mi porta dolore alla spalla e l braccio entrambi i lati…sto facendo alcuni esercizi seguendo te sto un po meglio ma dolore al braccio e uguale…forse anch’io sarò intollerante chissà..da un po di mesi ho messo 4 kg anche stando attenta non riesco a scendere di peso..vero è che non svolgo attività fisica …che mi consigli? Grazie per la risposta

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      1 Febbraio 2020 07:49

      Ciao Elisa. Prova a seguire le indicazioni dell’articolo o del video corso: indipendentemente dal problema, le indicazioni sono quelle..

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu