Vuoi un'analisi completa del tuo disturbo in meno di 10 minuti per scoprire i possibili rimedi? Prova il TEST gratuito!
Voglio provare il TEST!

La tua cervicale è infiammata ? 5 sintomi che te lo dicono (e cosa farci)

Probabilmente la domanda che mi viene rivolta più di frequente è “questo sintomo (metticene uno a scelta, dal mal di testa alle emorroidi), può essere legato alla cervicale infiammata?

Questo accade perchè, come sottolineo spesso, il disturbo cervicale è quello più ricco di sintomi (ma anche di cause) diversi tra loro: di conseguenza qualcuno è portato ad attribuire alla “cervicale” qualsiasi sintomo, anche quelli che c’entrano meno..

Spesso infatti non sono ben chiari i sintomi che ci richiedono una “revisione” del nostro tratto cervicale: per molti l’unico sintomo dell’infiammazione cervicale è il dolore al collo (e/o la cefalea), ma decisamente può esserci molto di più.

In questo articolo ti spiegherò velocemente cosa sia DAVVERO un disturbo cervicale, perchè muscoli e vertebre cervicali possano infiammarsi, e sopratutto come fare a risolvere questa situazione.

Se ami più le spiegazioni video che gli articoli…non c’è problema: ecco un video sull’argomento, tratto dal canale YouTube L’Altra Riabilitazione.

L’articolo ha più strategie e spiegazioni, per l’ovvia ragione che in un video online bisogna essere un po’ “sintetici”: non limitarti quindi a guardare solo il video!

 

 

 


Indice dell’articolo: tutto quello che devi sapere sulla “cervicale” e sui suoi sintomi

 


 

Cosa vuol dire avere la “cervicale infiammata”

Se vuoi conoscere nel dettaglio il disturbo cervicale, ti consiglio di leggere il mio articolo “cervicale: guida al nostro approccio”, ma fondamentalmente il “succo del disturbo cervicale” è questo:

fase 1 Un tempo (forse lontano), i tuoi muscoli e le tue vertebre cervicali non avevano alcun problema (aahh, che tempi..)

fase 2 Alcuni fattori (poco più avanti te li spiego) hanno fatto in modo che la tensione dei tuoi muscoli cervicali aumentasse troppo: sono cominciati i sintomi che vedremo tra poco.

fase 3 Questi fattori non sono stati risolti, e la tensione eccessiva dei muscoli è diventata cronica.

fase 4 I muscoli lavorano male da molto tempo, e questa cosa ha creato usura delle vertebre, che a seconda dei casi puoi chiamare artrosi, discopatia, ernia o tutti gli altri nomi che puoi vedere in lastre o risonanze.

In questa fase, i sintomi si sono naturalmente cronicizzati.

Avere la “cervicale infiammata”, dal punto di vista tecnico, vuol dire essere in una fase molto acuta di dolore intenso.

Tipicamente, questa fase non dura più di una settimana/dieci giorni al massimo.

In realtà, quando si dice “cervicale infiammata”, si intende comunemente la fase 4, nella quale la vera e propria infiammazione acuta è minima.

 

I sintomi di infiammazione cervicale: quali sono?

Sintomi della cervicale infiammata e del dolore cervicale

Sintomi di dolore e infiammazione cervicale

 

I SINTOMI sono l’unico messaggio che abbiamo per capire che nel nostro corpo qualcosa non va.

Quali sono quindi i sintomi che questo “qualcosa che non va” è compreso tra il cranio e le spalle?

Se hai voglia di una lettura approfondita, ti consiglio il mio articolo “Come interpretare i sintomi della cervicale”, ma se vuoi andare subito al dunque, prosegui la lettura: non solo ti insegnerò a riconoscere i sintomi, ma ti illustrerò i metodi più efficaci per risolverli.

 

PS: tutte le indicazioni che troverai, sono prese dalla mia GUIDA COMPLETA Cervicale STOP!, lo strumento più potente che tu possa avere a disposizione per risolvere il disturbo cervicale.

Scopri Cervicale STOP! cliccando sull’immagine qui sotto, potrai anche scaricare un estratto gratuito!

Rimedi cervicale infiammata

 

#1 rigidità, movimenti del collo limitati o dolorosi

Si tratta della conseguenza più immediata ad uno stato di forte tensione muscolare, che nel tempo diventa vero e proprio irrigidimento delle vertebre: i movimenti del collo si riducono in ampiezza e diventano dolorosi “a fine corsa”.

#2 risveglio con mal di testa, rigidità cervicale e scricchiolii

Ho dedicato un intero articolo al come risolvere il mal di testa mattutino, affinchè i miei lettori desistano dalla tentazione ci comprare l’ennesimo cuscino proposto da Media Shopping.

I problemi mattutini sono comuni nel vasto mondo del disturbo cervicale, e non sono legati al cuscino, ma ad un particolare fenomeno che avviene quando le strutture sono troppo rigide: non voglio anticiparti troppo, leggi l’articolo che ho linkato prima!

#3 pesantezza della testa

Si, ho dedicato un articolo anche alla pesantezza della testa, quindi se questo è il tuo problema principale, ti consiglio caldamente di leggerlo.

In sintesi, quando i muscoli sono troppo rigidi si stancano precocemente. Questo fenomeno può avvenire a qualsiasi muscolo, ma se avviene a livello dei muscoli cervicali sono guai, perchè il compito dei muscoli cervicali è quello di sostenere il peso della testa.

E cosa succede se i muscoli si stancano di sostenere il peso della testa? Semplice, questa sembra pesare un quintale!

#4 mancanza di lucidità, mal di testa non ben definito,sbandamenti

Qui entriamo in un ambito spinoso: i problemi al collo influenzano la quantità di sangue che arriva al cervello?

Può essere che soffra di sbandamenti, mancanza di lucidità, mal di testa a causa di problemi cervicali?

Se parliamo da un punto di vista anatomico, che il flusso sanguigno verso il cervello sia ostacolato da qualche problema ai muscoli o alle vertebre non è possibile…e meno male! Il cervello non può permettersi significative diminuzioni dell’apporto di sangue: questo avviene solo in eventi gravi come gli ictus.

Ti hanno detto che se hai una vertebra mal posizionata questa può comprimere l’arteria vertebrale e darti sintomi come vertigine e mancanza di lucidità? Cattive notizie in arrivo.

1) non esistono modi affidabili di determinare se alcune delle tue vertebre sono storte, men che meno è possibile farlo a mano. Addirittura il General Chiropratic Council (una delle più importanti associazioni di chiropratici, che hanno sempre basato il loro operato sul “riallineare vertebre” con apposite manipolazioni) sostiene che il concetto di “sublussazione vertebrale” sia un modello teorico, non supportato da alcuna evidenza scientifica.

2) guarda l’immagine qui sotto: durante la rotazione del collo l’arteria vertebrale è ben più “stiracchiata” di quanto possa esserlo a causa di supposti problemi vertebrali. Eppure non è che ogni volta che ruoti il collo compaiano sintomi di mancanza di sangue al cervello. Può succedere, ma ad una minoranza ristretta di casi (occlusione rotazionale dell’arteria vertebrale)

 

Tratto cervicale: arteria vertebrale

Tratto cervicale: arteria vertebrale

 

C’è però una importante considerazione da fare, meglio comprensibile con un esempio: se i muscoli del braccio sono pochi e molto contratti, la micro-circolazione della mano sarà scarsa (mani fredde).

Lo stato dei muscoli “a monte” (il braccio in questo caso) influenza quindi la micro-circolazione (a valle).

È quindi plausibile che uno stato di forte contrattura dei muscoli del collo provochi problemi nella MICRO circolazione (non visibile al doppler) al cervello, con conseguenti sintomi.

Purtroppo vertigini, sbandamenti e sintomi simili si confondono e si incrociano spesso con problemi otorino-laringoiatrici come la labirintite, come illustro in questo articolo sul problema vertigini.

#5 disturbi della vista

In questo caso, vale lo stesso discorso fatto per quanto riguarda vertigini e sbandamenti: l’occhio rappresenta una struttura decisamente “a valle” nel ricevere sangue, quindi problemi della micro-circolazione possono tradursi in vista offuscata e poco chiara.

Esiste poi un altro collegamento importante tra collo e occhio, ne parlo approfonditamente nell’articolo “Occhi stanchi, cefalea e sbandamenti sono collegati e si possono risolvere”.

Esercizi e rimedi per una cervicale infiammata da troppo tempo

Benissimo, ora che hai capito che la tua cervicale ha bisogno di una revisione, cosa puoi fare?

Semplice, devi  mettere in atto degli interventi specifici.

Belle parole eh? Magari hai girato già x specialisti, provato innumerevoli cure e rimedi ma niente.

Non ti stupire: Paul Ingraham, grande giornalista scientifico Canadese e autore dell’autorevolissimo sito Painscience, ha fatto una profonda revisione di tutte le terapie manipolative e/o applicazioni che vengono comunemente usate per curare i problemi cervicali.

Risultato? Lo sintetizza così:

 


“Tutto ciò che si utilizza comunemente come cura per il disturbo cervicale è poco più efficace del placebo. Una vacanza da 1000 dollari è più utile di 1000 dollari spesi in cure.”


 

Risolvere il disturbo cervicale  è assolutamente possibile, ma richiede un minimo di impegno: nessuna manipolazione cambia il modo in cui il tuo corpo si muove, devi re-imparare a farlo.

Ecco due consigli di pronto utilizzo, poi ti illustrerò il mio “pezzo forte”.

 

#1 Fai esercizio costante per il collo

Anche solo 5 minuti al giorno ma….cerca di dare uno stimolo positivo costante ai tuoi muscoli.

Senza uno stimolo costante, nessun problema cronico si può risolvere: mantenuto per almeno 3 mesi, un programma di esercizi di garantirà benessere a lungo termine.

La mia guida Cervicale STOP! contiene tutto ciò che ti può servire, ma puoi iniziare dai semplici esercizi del video in cima alla pagina o di questo video qui sotto.

 


CLICCA QUI PER SCARICARE IL VIDEO

#2 Integratori che possono aiutare

Non sono per nulla un fan degli integratori, anche se nel mio passato di giovane appassionato di fitness li ho provati quasi tutti.

Nonostante ciò, ti posso dire con sicurezza che il magnesio supremo può essere decisamente un primo aiuto per rilassare i muscoli.

Lo trovi di qualità e a prezzi del tutto accettabili anche su Amazon: questo che vedi nel box qui sotto, ad esempio, è un ottimo prodotto.

#3 Anti infiammatori

Se ti trovi in una fase di dolore molto acuto, puoi trarre beneficio dall’utilizzo di anti infiammatori, posto che il loro uso andrebbe limitato al tempo strettamente necessario.

Puoi provare:

  • gli anti infiammatori “da banco”, acquistabili in farmacia
  • gli anti infiammatori prescritti dal tuo medico
  • gli anti infiammatori naturali, come l’oramai famoso artiglio del diavolo o la curcumina di tumerico, che sembrano particolarmente indicati per migliorare l’infiammazione articolare.

#4 Collare morbido

In momenti in cui l’infiammazione è forte, l’utilizzo di un collare morbido può essere un toccasana: scarica muscoli ed articolazioni cervicali dal peso della testa, con beneficio immediatamente percepibile.

Attenzione però: il collare va percepito come un aiuto temporaneo.

Più lo metti, più i tuoi muscoli si indeboliscono; più i tuoi muscoli sono deboli, più è facile che si infiammino.

Tuttavia, qualche ora di collare per qualche giorno non ha controindicazioni, e può essere un grande sollievo.

#5 Fasce e cerotti riscaldanti

In teoria, sulle infiammazioni andrebbe applicato qualcosa di freddo, che faccia effetto di vaso-costrizione, riducendo così il processo infiammatorio.

In realtà, nel 99% dei casi di infiammazione cervicale la persona trae beneficio dal calore, visto che agisce come rilassante muscolare.

In questo caso, puoi provare i classici cerotti riscaldanti oppure la fascia riscaldante.

 

 

Come affronto di persona il dolore cervicale con i miei pazienti?

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando qualcuno mi chiede una consulenza, o si rivolge alla mia struttura, per un problema di dolore cervicale, cerco di valutarlo nel modo più completo possibile, ricalcando quanto hai potuto leggere nei miei articoli.

Eseguo quindi una serie di test basati sul movimento per capire quali siano le criticità maggiori, e per poter consigliare un piano riabilitativo su misura.

In alcuni casi, è opportuno valutare anche altri aspetti, che non hanno a che vedere con il movimento e la postura, come ad esempio il metabolismo e lo stato di ansia / stress.

Per fare ciò utilizzo delle utilissime strumentazioni: trovi descritta tutta la procedura alla pagina Esempio di Visita.

Nel video qui sotto, troverai un spiegazione dettagliata di come avviene la valutazione.

Se vuoi una valutazione approfondita, di persona, scrivimi dalla pagina Contatti!

Tieni presente che la procedura che seguo ed i consigli che dò sono riportati fedelmente anche nella mia guida Cervicale STOP! se ti trovi molto lontano dai miei centri, inizia da lì!

 

La guida “Cervicale STOP!”

Per contrastare l’infiammazione cervicale, tutto ciò che ti serve è all’interno della mia guida Cervicale STOP!

Cervicale STOP! è una guida strutturata per ricalcare passo passo il mio metodo di valutazione e trattamento del problema cervicale.

Contiene tutti i metodi che quotidianamente applico con i miei pazienti, e soprattutto contiene le procedure per capire quali siano più adatti al tuo caso.

Fidati, è semplice ed immediato da spiegare, come ha splendidamente descritto questa utente….

Insomma, non hai più scuse per lasciare che il tuo disturbo cervicale continui a farti compagnia: scopri Cervicale STOP! cliccando sull’immagine qui sotto, potrai anche accedere alla DEMO GRATUITA!

Oppure clicca QUI per vedere alcuni esempi di casi risolti grazie alle strategie di Cervicale STOP!

,
Articolo precedente
Dolore alle articolazioni: risolverlo con la tecnica “ a monte e a valle”
Articolo successivo
Cervicale, postura e affini: intervista a Daniele Raggi (Pancafit®)

Post correlati

162 Commenti. Nuovo commento

  • vorrei sapere la lordosi cervicale da un suono fisso orecchio destro

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      4 Gennaio 2017 07:34

      non sono sicuro di aver capito bene la domanda, ma in ogni caso:

      – la lordosi non è una malattia nè un particolare problema, è la normale postura del collo
      – i collegamenti tra disturbi dell’orecchio e disturbi del collo non sono ancora stati chiariti del tutto
      – sono rarissimi i casi di chi ha risolto il fischio all’orecchio, ancora di più quelli di chi lo ha risolto curando il collo

      Rispondi
      • Peccato Marcello , mi togli ogni speranza. Il mio fischio (acufene) all’orecchio destro è partito proprio durante una crisi di cervicale (ne soffro da decenni, ho 68 anni) e con una leggera febbricola. In seguito è arrivata anche ipoacusia allo stesso orecchio. Gli otorini escludono possa essere la cervicale la causa dell’acufene; ma io non ne sono troppo convinto.
        Proverò lo stesso a curare il collo; che ne pensi dei Chiropratici ?

        Rispondi
        • Marcello Chiapponi
          Marcello Chiapponi
          3 Febbraio 2017 12:45

          Buongiorno Mario. Mi spiace aver fatto il pessimista, ma l’esperienza di tutti sull’acufene è quella :S
          Non ho nulla contro i chiropratici, anche se rimango un fan delle strategie basate sugli esercizi

          Rispondi
  • Buongiorno, soffro da diversi mesi di dolori intercostali, da circa de settimane questi dolori sono diminuti ma ho un dolore che parte dal collo per irradiarsi alla nuca e tutta la testa.
    Puo’ essere la cervicale?
    grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      18 Gennaio 2017 05:04

      Buongiorno Angela. È troppo generico dire “può essere la cervicale”. Quello che ti fa male probabilmente è un muscolo del collo (anzi, sicuramente), ma se si è infiammato sicuramente c’è anche un motivo per cui lo sta facendo, ed andrebbe possibilmente individuato…

      Rispondi
  • Avverto capogiri specialmente quando alzo la testa, quando mi alzo dal letto, quando mi chino per allacciare le scarpe. Questo mi è successo dopo un escursione in montagna quota mt1600. Mi potrebbe dare delle spiegazioni? Grazie.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Gennaio 2017 06:23

      Buongiorno, non è facile mettere in correlazione l’escursione con l’inizio di questi sintomi, anche perchè l’altitudine non era certo pericolosa. Occorre capire se prima aveva già qualche problema che potesse essere messo in correlazione con i muscoli cervicali.

      Rispondi
  • Ciao, sono circa tre mesi che soffro di senszione di calore alla guancia sinistra e in qualche momento fastidio all’orecchio sempre sinistro con dolore anche al collo. Sono stata dall’ottorino e non ha riscontrato nulla. Il neurologo invece mi ha detto che si tratta di cervicale, ma i raggi non hanno rivelato niente. Non so che pensare!

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      28 Gennaio 2017 07:21

      Annalisa, purtroppo dire che si tratti di “cervicale” equivale a dire praticamente nulla: spesso qualcuno lo fa giusto per dire qualcosa.

      Non ci sono nervi che dal collo innervino direttamente la guancia. ci sono sicuramente collegamenti importanti tra collo, mandibola e orecchio, ma da li a dire che il calore alla guancia dipenda dal collo, mi sembra del tutto esagerato.

      Rispondi
  • Ciao..da risonanza evince una piccola protusione c6c7 sto facendo molti esami per capire qual è il problema avendo sempre dolori anche mandibolare e a quanto pare ho la rotula della mandibola spostata con clak in apertura…tutto ciò a suo avviso può dipendere da un tamponamento subito?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      5 Febbraio 2017 08:28

      Buongiorno Eleonora. Innanzitutto, credo tu intenda “menisco” della mandibola piuttosto che “rotula” 🙂
      Che possa dipendere dal tamponamento…è difficile dirlo..ovviamente dipende dall’entità del tamponamento e se è stato avvertito immediatamente dolore mandibolare..

      Rispondi
    • ciao io il 4 maggio di quest anno mi sn operata a un ernia cervicale c5 c6 mi hanno messo una piastra sto fscendo riabilizzazione ms mi sento stanca mi si addormentano le gambe e ho dolore sempre a collo cosa mi e successo

      Rispondi
      • Marcello Chiapponi
        Marcello Chiapponi
        1 Agosto 2017 07:10

        ovviamente devi fare riferimento a chi ti ha operata, ma il dolore post operatorio è la cosa più normale che ci sia, sopratutto dopo interventi cervicali.

        Rispondi
  • Ciao,sono un ragazzo di 24 anni premetto che ho sempre avuto un Po di cifosi riscontrata durante l adolescenza,inoltre sono tre anni che lavoro in un Call center quindi per vari motivi che sottointendo ho sempre un Po sofferto per la cervicale..ultimamente però ho avuto episodi di brevissima durata con vertigini ronzi all orecchio e tachicardia specialmente,mi sono accorto,quando abbasso il collo da seduto con busto dritto..oltre al dolore dietro al collo ovviamente e anche intercostali leggeri..ammetto di essere un soggetto ansioso e quindi diciamo che questa cosa sta “disturbando” la vita di tutti i giorni..e la cervicale secondo lei il problema o l ansia?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      7 Febbraio 2017 07:08

      Buongiorno Gianmarco. Non è che i due problemi possano essere nettamente distinti, dato che quando si è in ansia i muscoli si irrigidiscono notevolmente. A scanso di equivoci, cercherei di curare entrambi gli aspetti.

      Rispondi
  • Buonasera..da qualche giorno ho un forte dolore al collo dal lato sinistro ..che scende da quasi dietro l orecchio e prende la spalla …sono aumentati di volume gli acufeni che già avevo.. vedo t offuscato da un occhio e non Riesco a dormire perché come mi sdraio e appoggio il collo al cuscino questo comincia a battere forte e a crearmi dolori intensi…volevo sapere se è normale che mi pulsi così dolorosamente e quanto può durare ?grazie mille..

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      13 Febbraio 2017 13:45

      Buongiorno. Per quanto riguarda i sintomi acuti è sempre meglio rivolgersi direttamente al proprio medico, chiedere consigli online rischia di far prendere delle cantonate..

      Rispondi
  • Buongiorno Marcello, ho sempre sofferto di una leggerissima cervicale e vari dolori alla schiena/spalle (a seguito di un incidente motociclistico). Non me ne sono mai troppo preoccupato perché sporadici e in concomitanza solo con determinate condizioni climatiche (colpi di freddo, cambio di stagione, etc.). Nel 2012 sono stato ricoverato per una miocardite risoltasi brillantemente. A seguito di tale malattia ho perso parecchio tono muscolare e adottato uno stile di vita ahimè parecchio sedentario. Da quel ricovero ho iniziato a soffrire di una serie di disturbi che, leggendo il suo interessantissimo articolo, mi paiono riconducibili (almeno in gran parte) a quella che potrebbe esser una cervicale particolarmente infiammata e in generale una certa rigidità muscolare. I sintomi più frequenti sono delle fitte intercostali e in zona sterno inizialmente scambiate per problemi cardiaci. Sono stato sottoposto a parecchi controlli cardiaci, ma il cuore risulta esser in perfetta forma…ma le fitte rimangono! Con il cambio di stagione tutta la zona spalle/collo/schiena si indolenzisce…il tutto associato a fortissime emicranie. Spesso queste emicranie (o cefalee dir si voglia) oltre ad esser associate a sintomi di stordimento e nausea portano come un effetto “insolazione”: il viso infuocato, come se fosse ustionato….ma senza alcuna linea di febbre! La microcircolazione anche mi pare ne risenta perché ho sempre mani e piedi congelati. Un paio di anni fa ho fatto una tac a seguito di fortissime emicranie: ne è risultato che il materiale spugnoso (non mi ricordo come si chiama) che fa da “ammortizzante” tra le vertebre risultava un po’ schiacciato in un punto vicino al cranio.
    Mi rendo conto che fare una diagnosi a distanza sia difficoltoso, ma a grandi spanne le chiedo se a suo parere i disturbi che le ho descritto potrebbero dipendere da una cervicale trascurata associata a sedentarietà e a un’alimentazione non equilibratissima. Qualche volta mi concedo anche un po’ di tabacco, ma non sono un tabagista incallito…diciamo con una media di un paio di sigarette al giorno.
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      14 Febbraio 2017 12:32

      Buongiorno Filippo,

      i sintomi che hai descritto possono più che altro ricondurre ad una rigidità muscolare generalizzata, sopratutto a livello del diaframma, il quale a sua volta può essere responsabile sia del problema al collo che delle fitte toraciche. Se hai bisogno di aiuto fammi sapere.

      Rispondi
      • Buongiorno e grazie per la celere e gentile risposta.
        Il diaframma potrebbe dunque esser responsabile in quanto non usato correttamente (o per nulla!) nella respirazione quotidiana?
        Meno di 1 anno fa’ ho iniziato con un corso di sassofono dove certamente saprà viene incentivato l’uso del diaframma. Dopo la sessione di studio avverto sempre una sensazione di benessere generale, ma pur facendo esercizi diaframmatici almeno un’ora al giorno i miei disturbi permangono, ahimè. So che la respirazione diaframmatica migliora l’ossigenazione del sangue, ma evidentemente non è per me sufficiente. Dimenticavo, tra le altre cose soffro anche di problemi vari all’intestino (costipazione, scariche diarroiche, flatulenza, crampi, etc).
        La sensazione mi pare esser quella di un corpo che via via con gli anni si sta consumando come una mummia all’aria!
        Cordiali saluti

        Rispondi
        • Marcello Chiapponi
          Marcello Chiapponi
          15 Febbraio 2017 08:31

          Buongiorno, può darsi che abbia un buon utilizzo del diaframma ma che le rigidità sulla colonna siano rimaste. Cerchi il mio articolo su come migliorare la postura, contiene utili esercizi di allungamento…

          Rispondi
    • Buona sera, se e possibile io vorrei sapere cosa fare, ho un ernia cervicale dolori frequenti, disturbo della vista, dolori alle braccia arrivo a fine serata distrutta,sono casalinga….non so piu cosa fare…. la ringrazio anticipatamente.

      Rispondi
  • Buongiorno sono Gianmarco avevo già scritto qualche giorno fa per i dolori alla cervicale.in seguito sono andato a fare un ex cervicale il responso e abolita la lordosi,spazi interrogativi conservati e corpi vertebrali in asse. Cosa vuol dire?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      17 Febbraio 2017 05:57

      Gianmarco, nulla di cui preoccuparsi a prescindere. Cerca l’articolo su “perdita della fisiologica lordosi”

      Rispondi
  • Salve.da una rm cervicale mi è stata diagnosticata lieve protrusione discale c6-c7 e in c5-c6 fenomeni di disidratazione. Con cervicale dritta. E’grave? Premetto che ho fatto body building ad alto livello per circa 18 anni.adesso mi alleno ma senza squat e stacchi sostituiti dalla leg press. La ringrazio in anticipo per una eventuale risposta e La saluto cordialmente.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      21 Febbraio 2017 07:59

      assolutamente non si tratta di una situazione grave, ma praticamente della norma che si riscontra anche in soggetti sani. Una buona riabilitazione e può proseguire l’attività sportiva tranquillamente.

      Rispondi
  • Ho 38 anni e ho una radiografia alquanto spaventosa posso riportarla qui x avere più info?

    Rispondi
  • Buongiorno, ho 51 anni e soffro da tantissimi anni di vari problemi alla schiena e alla cervicale. Mi ero rivolta ad un centro specializzato per la correzione dell’altlante ma hanno risposto che purtroppo la situazione della mia cervicale è troppo compromessa e non è possibile effettuare l’esame palpatorio. Può dirmi se ci sono altre soluzioni al mio problema che mi permetta di avere una vita più serena? Posso inviarle l’esito della mia ultima radiografia? Grazie mille.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      22 Febbraio 2017 05:14

      Buongiorno Silvana, può sicuramente mandarmi le radiografie e la descrizione dei suoi problemi via mail a [email protected] . sorvolo sulla “impossibilità di effettuare un esame palpatorio”…

      Rispondi
  • Ciao Marcello,ascolta io è da un po’ di tempo che soffro di un leggero male di testa vertigini dolore alla cute e al collo lato desto ,ho fatto una risonanza e mi è stato diagnosticato una piccola ernia in c7 e delle protusione,e lordosi cervicale appiattita
    Ps.tutto questo mio malessere può essere dovuto alla mia situazione clinica ..::grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      27 Febbraio 2017 07:48

      Buongiorno Leonardo,

      la situazione della risonanza è di quelle comuni, che si trovano anche in persone senza alcun tipo di sintomo. La problematica va studiata a fondo, e sul sito trovi molto materiale per farti un’idea più precisa.

      Rispondi
  • Buongiorno Marcello,
    Alle terme sono scivolato battendo la testa dietro sul pavimento, nell immediato per qualche secondo pensavo di morire, non riuscivo piu a muovere nessun arto cone se avessi una scossa elettrica potentissima, oltre a non riuscire a respirare, pochi secondi dopo mi sono rialzato, non ho avuto altri sintomi,
    Il mio medico mi aveva prescritto due tac, ma le ho rifiutate per via delle troppe radiazioni, quindi ora aspetto per le risonanze magnetiche, ma devo aspettare anccora 20 giorni,
    La mia preoccupazione e che sento la mano destra fredda ed a volte con micro scosse sulle dita,
    Lei cosa mi consiglia di fare?
    Grazie in anticipo,

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      3 Marzo 2017 09:30

      Buongiorno Nicola. Da un punto di vista “etico” (e anche da un punto di vista di opinione personale), devo dire che rifiutare la prescrizione del medico è cosa che uno fa assumendosi le proprie responsabilità. Qualsiasi consiglio da parte mia, a questo punto, è abbastanza inopportuno, anche perchè si parla di un trauma “fresco”, e per lo più al cranio, quindi una situazione che necessariamente deve essere valutata dal vivo da personale competente

      Rispondi
      • Ok, capisco, certo che mi son preso le mie responsabilita evitando la tac nell immediato,
        Comunque, mi potrebbe dare almeno una sua opinione dei sintomi che ho avuto?
        Grazie,,

        Rispondi
  • Dal trauma son gia passati 25 giorni, l unico sintomo ultimamente e una senzazione di maggior freddo alla mano destra solo quando esco di casa alle temperature di questi giorni

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      4 Marzo 2017 07:38

      difficile dare un’opinione verosimile: se c’è stato un contraccolpo cervicale, ci può essere una irritazione della radice nervosa

      Rispondi
  • Complimenti davvero per questo blog. Tutto questo inverno ho sofferto e soffro di dolore alla zona cervicale. Oltre a farm8 male il collo e sentire dolore e scriccolii quando giro il collo ho un fastidio nella zona delle tempie. Non un vero mal di testa. E’ un periodo sicuramente stressante per me a seguito di una fibrillazione atriale in settembre. Pero’ e’ una settimana che il dolore non mi lascia . sto assumendo brufen in modo saltuario e non continuativo. Grazie per vostra risposta e consiglio

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      14 Marzo 2017 05:41

      Ciao Rocco, e grazie dei complimenti. La mia risposta è semplice: se non hai ancora fatto nulla a riguardo, segui la strategia illustrata nell’articolo! Tutti vorremmo che qualcuno ci dicesse esattamente cosa fare, ma in questo caso bisogna rimboccarsi le maniche…

      Rispondi
  • Buongiorno Marcello le chiedo gentilmente un consulto dal 20 di febbraio svegliandomi una mattina mi sono trovato rigidità al collo un forte dolore spalla sx con prolungamento al braccio è formicolio un dito mano sx non avendo pax una notte tranquilla prendo la decisione di andare in ospedale mi riscontrano dalle mie indicazioni una Cervicobrachialgia tengo presente che i raggi mi danno una lieve artrosi niente di più ortopedico mi ordina una rm al rachide cervicale purtroppo nel andando a farla dalla contrattura quindi con il dolore non sono riuscito a farla nei prossimi gg il 17.03.17 quindi quasi dopo un mese vado a farla ma con sedazione come terapia all’inizio preso 6gg cortisone 6gg muscoril punture ecc situazione il coltello alla spalla se ne quasi andato mi è rimasto dolore al braccio è formicolio in sostanza le vorrei chiedere secondo lei tutto sto male sto dolore veramente pesante potrebbe essere un nervo oppure una contrattura muscolare sa io in gennaio ero alle Canarie potrebbe essere che alla sera era molto ventilato aria fredda magari non vestito troppo protetto adesso pago le conseguenze io lavori pesanti non ne faccio sto in ufficio dimenticato età 47 grazie se mi può dire cosa ne pensa le sarei grato.
    Marco

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      15 Marzo 2017 17:47

      Buongiorno Marco. Ha dimenticato il dato più importante: cosa è emerso dalla risonanza? I sintomi sembrano nettamente quelli di un’ernia cervicale.

      Rispondi
      • Buongiorno,
        Grazie della risposta guardi risonanza la faccio questo venerdi poi le faccio sapere comunque spero non sia una ernia ma una contrattura muscolare che comprime un nervo ma l’insorgere così all’improvviso senza preavviso di qualche dolore non so certo che eseguendo una risonanza molto probabilmente troverò una risposta scusi che le chiedo di nuovo perché lei pensa che sia una ernia mi dica tranquillamente un suo pensiero senza nessun timore per cosa poi invece possa essere grazie.
        Marco

        Rispondi
        • Marcello Chiapponi
          Marcello Chiapponi
          16 Marzo 2017 08:57

          Marco, le contratture muscolari non sono mai un problema “primario” e non nascono dal nulla. I sintomi richiamano ad un’ernia cervicale, ed in ogni caso, anche se ci fosse, non si deve preoccupare. Il 95{c7256c44737acd413f1217cc56543281c565d63c9e196162929f6258a60b9405} delle ernie cervicali NON viene operato, ed il dolore si risolve progressivamente nel giro di qualche mese

          Rispondi
          • La ringrazio di questa sua risposta più confortante appena avrò l’esito le faccio sapere grazie è saluti
            Marco

          • Buongiorno,
            Dott le invio esito r.m.
            Il midollo Cervico-dorsale presenta normale spessore e segnale.
            Non cavità siringomieliche.
            Rettificata lordosi fisiologica cervicale con segni di disitrazione dei dischi intervertebrali.
            Modesta protrusione discale mediana è paramediana si rileva a livello C2-C3 con dolce impronta sullo spazio perimidollare anteriore.
            Conservata l’ampiezza del canale vertebrale è dei forami di coniugazione bilateralmente.
            A livello C3-C4 si mette in evidenza impronta extradurale ad ampio raggio da protrusione discale con deformazione dello spazio perimidollare anteriore.
            Conservata l’ampiezza del canale vertebrale è dei forami di coniugazione bilateralmente.
            Impronta extradurale mediana ,abbastanza circoscritta leggermente decentrata verso sinistra,si riscontra in C4-C5 da discreta protrusione discale con deformazione dello spazio perimidollare anteriore.
            Conservata l’ampiezza del canale vertebrale è dei forami di coniugazione bilateralmente.
            Modesta impronta extradurale ad ampio raggio si rileva in C5-C6 da salienza discale e processi degenerativi a carico dei corpi vertebrali (spondiliodi).
            Il reperto è più pronunciato a destra della linea mediana .Conservata l’ampiezza del canale vertebrale nel suo diametro saggitale.
            Ridotta ampiezza del forame di coniugazione di dx ed in grado minore del sn.
            A livello C6-C7 si mette in evidenza grossolana ernia discale a sinistra della linea mediana preforaminale ed in parte foraminale con deformazione dello spazio perimidollare anteriore.
            Non altri rilievi patologici.

          • Marcello Chiapponi
            Marcello Chiapponi
            21 Marzo 2017 07:33

            Buongiorno Marco. Mi ha inviato il referto ma….non mi ha detto come posso esserle utile! Quella che vede è una situazione abbastanza comune di degenerazione, ma va messa in correlazione coi sintomi, perchè quadri analoghi li può trovare in persone perfettamente sane.

          • Guardi le avevo scritto precedentemente della mia situazione che una mattina di circa un mese fa mi sono trovato bloccato dal collo verso sx è dolore lancinante spalla,braccio con formicolio di un solo dito,lei mi aveva detto che molto probabilmente si poteva trattare di una ernia,mi ero promesso di inviare esito risonanza,allo stato attuale non sono più dolorante alla spalla ma al braccio 5 ancora mi è rimasto in modo quasi sopportabile con un po’ ancora di formicolio al dito,comunque le volevo chiedere un suo consiglio di come è la situazione nel senso è normale avendo 47 anni come lavori dai 20 anni fino 30 anni per 10 anni fatto magazziniere è poi dieci anni consegne molto probabilmente in modo errato nei movimenti da circa 10 anni faccio agente di commercio ma più in ufficio che macchina inoltre avrei il morso inverso della mandibola quindi aperto non mi sono mai operato non so se anche questo incide niente le chiedo se mi può dire se è una situazione gestibile è magari in che modo la ringrazio della sua cortese attenzione.
            Marco

          • Marcello Chiapponi
            Marcello Chiapponi
            21 Marzo 2017 09:05

            Buongiorno Marco! ora si che mi è più chiara la situazione, scusi non ho inteso che era lei 🙂
            Confrontando con i sintomi che mi aveva descritto, decisamente il dolore al braccio/spalla sx può essere messo in correlazione con l’ernia c6-c7. Come le dicevo, la maggior parte di queste situazioni è gestibile, ma la faccia valutare da un neurochirurgo..

  • Gentilissimo,
    ho 39 anni e da quando ho avuto il ciclo ( circa dai miei 14 anni ) soffro di emicrania è da 10 anni soffro di forti dolori cervicali.
    Ho effettuato varie cure e terapie per entrambi i miei problemi ma senza mai forti risultati.
    A febbraio 2015 sono infatti stata sottoposta ad intervento di discectomia cervicale C5-C6 con inserimento placca in titanio presso Humanitas dal primario di Neurochirurgia.
    Dopo qualche mese ho cominciato a stare male,a sentirmi pulsare nel collo e nessuno specialista mi ha mai indicato una semplice lastra per valutare la situazione…così mi sono affidata al programma di terapia del dolore per alleviare il mio dramma .
    Un cocktail di farmaci ai quali si aggiungevano anche gli antidepressivi ed anticefalici prescritti dal neurologo.
    Risultato? Dopo un anno dall’intervento e di assunzione di alcuni farmaci. ho scoperto “per caso” che avevo una vite rotta nel collo!
    L’anno scorso sono stata quindi riaperta di urgenza ed ora ho un cage al posto della placca.
    Purtroppo per me soffro ancora.
    In questi giorni il dolore ( a distanza di un anno dall’ultimo intervento) si sta acuendo ed io sto assumendo **** come fosse acqua…
    Ho anche emicrania accompagnata da nausea tachicardia e sinceramente non so più a quale specialista affidarmi…e temo che le mie attuali condizioni dipendano dall’uso costante di farmaci che alleviano veramente poco il dolore…sia il dolore cervicale che l ’emicrania sono invalidanti

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      9 Aprile 2017 07:10

      Caspita Silvia…che storia particolare! In casi come questi, la cosa migliore da fare è partire da piccoli passi che si è più o meno sicuri possano dare beneficio. In questo caso parliamo di lievi esercizi di movimento costante, trattamento delle contratture (leggi l’articolo sui trigger points) e potenziamento muscolare cauto delle zone circostanti (dorso, spalle).
      Si parte da lì e poi si cerca di progredire man mano, non vedo altra soluzione.
      A disposizione per ulteriori informazioni, i miei contatti sono alla pagina “contatti”

      Rispondi
      • Carissimo Marcello,
        innanzitutto grazie mille per la tua risposta!!!!
        E poi…
        Si..
        Chiamiamola storia “particolare” anche se non è proprio quello che ho pensato io quando mi è stata riportata la “storia della vite rotta”!!
        Dopo circa 4/5 mesi dall’intervento ho seguito il consiglio del luminare dell’Humanitas ,il neurochirurgo che mi ha operata in entrambe le situazioni, e mi sono iscritta ad un corso di pilates…
        Non l’avessi mai fatto!
        Sono stata praticamente male sempre ed ho dovuto mollare il colpo da subito…
        In questi ultimi mesi sto peggio di prima e temo che il mio cage possa essersi “spostato”…
        Si perché mi è stato detto che può succedere anche questo e, vista la mia propensione alle situazioni particolari ,e ,onde evitare di andare avanti troppo tempo così, farò l’ennesima lastra di controllo…
        Ho ricominciato ad indossare il mio collare post-interventi perché almeno aiuta ad alleviare il dolore.
        Sto cercando di assumere meno medicinali possibili ma a volte è difficile se hai un lavoro una casa ed una famiglia da mandare avanti..
        L’unica cosa inusuale di questi giorni sono i frequenti attacchi di emicrania misti a nausea che mi colpiscono una volta rientrata a casa dal lavoro (ossia nel primo pomeriggio) e che non so motivare e gestire.
        Sinceramente non so più a quale specialista rivolgermi.
        Prima dei miei interventi le ho provate tutte, ma con tutte intendo TUTTE ( comprese le punture di ozono terapia nel collo,osteopata,chiropratico,tecar,massaggi,ionoforesi,ginnastica correttiva…).
        Grazie infinite per la tua disponibilità.

        Rispondi
        • Marcello Chiapponi
          Marcello Chiapponi
          10 Aprile 2017 07:15

          Ciao Silvia. Comprendo i tuoi timori, anch’io avrei le stesse preoccupazioni, anche se probabilmente quelle dello spostamento del cage sono eccessive. La prima cosa da fare è comunque assicurarsi di quello.
          Successivamente, non cercherei nessuno “specialista” particolare, dato che come avrai capito, sembrano tutti poterti risolvere la situazione ma quando poi si viene ai fatti…
          Procederei con delicate mobilizzazioni del collo (Pilates mi sembra un po’ violento su un caso del genere) e monitorerei le reazioni di giorno in giorno. Un lavoro che puoi fare tranquillamente da sola a casa.
          Fammi sapere se posso ulteriormente esserti utile.

          Rispondi
          • In realtà non mi sento nemmeno di fare una qualsiasi terapia, seppur dolce, perché sento che il mio collo è COSTANTEMENTE infiammato e di giorno in giorno sembra cambi intensità e tipologia di dolore…e la sensazione di torcicollo è pressoché perenne…
            Anzi,magari fosse sempre e solo dolore di torcicollo!!!

  • Buongiorno soffro da circa due mesi di cervicale
    Rigidità muscolare,qualche sbandamento,visione a volte annebbiata.
    Ho acquistato da poco un cuscino ortocervicale a saponetta forse mi devo ancora abituare..
    Per il dolore porto anche pazienza ma sono i sbandamenti che mi creano problemi..
    Per il momento non ho la possibilità economica di farmi seguire da uno specialista..
    Col medico ho provato vari antinfiammatori mi passavano poi tornavano avendo una gastrite non posso assumere molti fans e ho optato per arnica compositum hell omeopatico..è un rimedio efficace?

    Rispondi
  • Mi sono dimenticata di dirle che sono due anni che non mi usciva la cervicale..
    La prima volta che mi è uscita interessava solo la parte sinistra con brachialgia ora invece è più sulla spalla collo destra e mi prende la testa senza mal di testa ma pesantezza agli occhi,bruciore,fastidio nella vista..
    Oltre al dolore collo anche a riposo
    posso quindi escludere altre patologie?
    Pressione nella norma,analisi di un’anno fa pure..
    Sono in un periodo un pò stressante..non ho una postura sempre corretta sto cercando di migliorarla..ho appena iniziato un nuovo lavoro quindi non mi posso permettere ferie o mancanze sul lavoro..
    Grazie per i suoi innumerevoli consigli.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      12 Maggio 2017 09:49

      Nena, il mio consiglio è sicuramente quello di ritagliarsi 15 minuti e leggersi attentamente il mio nuovo articolo. Lì c’è tutto quello che le serve per migliorare il problema sbandamenti. Mi faccia sapere. segue il link all’articolo

      https://www.laltrariabilitazione.it/cervicale-articoli/vertigini-giramenti-di-testa-cervicali.html

      Rispondi
      • Grazie dottore..
        Leggo attentamente..
        effettivamente ho un pò di scricciolio alle orecchie (forse catarro)
        Fatto sta che tutte queste sensazioni le ho da quando sento il collo infiammato teso fino a poco tempo fa stavo benissimo…

        Rispondi
        • Scusi dottore pol non la disturbo più listi
          Articolo interessante grazie!
          Proverò con i suoi rimedi il medico mi ha prescritto anche vertiserc 16 mg mattina e sera al bisogno.
          Molti dicono abbia moltissimi effetti collaterali sull’intestino stomaco e sulla pressione.
          Ho appena curato la mia lieve gastrite non vorrei irritare nuovamente lo stomaco
          posso stare tranquilla?
          Assunzione prima della guida causa problemi?
          Grazie

          Rispondi
          • Marcello Chiapponi
            Marcello Chiapponi
            16 Maggio 2017 11:59

            Buongiorno,

            personalmente nessuno dei miei pazienti che lo prende ha notato questi effetti collaterali…

  • Buongiorno Marcelo
    Le spiego tre anni fa sonó stata operata tiroedectomia totales latero cervicale sinistra
    Tengo a precisaré Che nonostante siano passati 3 Anni i nervi si sonó aggrappati al tessuto crescente e la ferita giorno piu giorno meno tira sempre
    Due settimana fa Ho iniziato adjunto avere male alla cervicale Ho pensato di andare dal fisio x farla stirare un po ..propio venerdi sonó ritornata perche avevo ancora male e secondo me a stirato probabilmente troppo es e da due giorni Che vado avanti con male alle spalle mal di testa Che un po ce e un po acompañe e la ferita mi tira
    La mía preoccupazione e la ferita e Vero che sonó passati 3 Anni ma potrebbe aver causato alcun danno? Hola anche pensato si Sara sovraposto qualche nervioso?
    Molte grazie
    Per rispondermi
    un caro saluto

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      16 Maggio 2017 11:57

      Buongiorno Monica, stia tranquilla, non si è creato alcun danno, ma soltanto una irritazione. potrebbe durare ancora qualche giorno

      Rispondi
  • buonasera dott. Da due settimane (piu o meno) ho un fortissimo mal di testa (dietro al colo , fronte) e specialmente agli occhi , vedo sfocato , li sento molto pesanti , nausea , stanchezza , sudorazione improvisa sulle mani e schiena . So di aver un problema di vista (non vedo bene da lontano) ma mi sono rifiutata di portare gli occhiali . Lei che pensa ? Dovrei andare da un oculista oppure e un problema di cervicale , so solo che non c’e la faccio piu , e non vorrei spendere centinaia di euro per niente , perche non e un buon momento , vorrei sapere che strada prendere .
    ho anche una piccola scoliosi , e che la mia postura non e una delle migliori .si cerco di stare sempre dritta ma non ci riesco sempre . grazie !!!!!!!

    Rispondi
  • Salve, le scrivo perché ..mi sono studiata abbastanza e non ho ottenuto alcun risultato..le ho provate tutte..ho escluso alcune situazioni ( fumo, vino..anche se poco..) ma la mia situazione non cambia…svolgo la funzione
    di segretaria e spesso sono al pc..durante il giorno sto benissimo..dopo l’ufficio faccio camminate veloci e qualche esercizio di addominali..senza strafare..la sera sto benissimo…vado a letto..cambio posizione in continuazione…da quando ero bambina..ho un sonno molto disturbato..alle 05,00 minuto più minuto meno..mi sveglio dal mal di testa ,dolore mandibole, naso,occhi,ghiandole salivari, testa..ho provato a cambiare cuscino, a usarne due, a non usarne..non dovrei coricarmi??? aggiungo che non ho mai avuto nausea, appannamenti alla vista, scricchiolii vari..perdita di equilibrio… aiutoooooooo

    Rispondi
  • Buongiorno dottore
    Grazie delle sue risposte sempre esauriente
    Le elenco dei sintomi:
    -Occhi secchi fastidio con troppa luce
    -orecchie che scricchiolano con la deglutizione della saliva e a volte tappate
    -senso di stordità (mi sembra di essere in barca)
    -irrigidimento di tutta la zona spalla collo (movimenti tutti possibili però!)
    -debolezza muscolare alle braccia (a volte m tremano)
    TUTTI ATTRIBUIBILI AL CERVICALE?
    avevo fatto una visita settimana scorsa dal medico il quale m ha detto battiti regolari,cuore lo sente bene ossigenazione polmonare perfetta visita orecchie pulite,analisi perfettissime di due anni fa (m ha detto che secondo lui è il cambio stagione di aspettare x le analisi normalmente in un individuo giovane si fanno ogni cinque anni) m ha dato delle vitamine da prendere (eufortyn) … la pressione è un mesetto che la porto sui 100-90/70-60 m ha detto che è bassa ma mangio e bevo circa due litri con regolarità!
    Cosa mi consiglia a suo giudizio di fare?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Maggio 2017 10:47

      Buongiorno Nena. tutti i consigli che si possono dare a casi come questo li trova all’interno dell’articolo, degli altri articoli e di Cervicale STOP!, fermo restando che non sostituiscono quelli del suo medico

      Rispondi
  • Buongiorno ho un leggero mal di testa che aumenta e diminuisce ormai da 7 giorni
    Dolori al collo se lo muovo
    Quanto può durare il mal di testa causato dalla cervicale?
    Nn ho grossi miglioramenti nemmeno se prendo moment act
    Volevo capire cosa fare per farmelo passare se mi devo preoccupare e se devo andare dal medico o è normale che duri così tanto
    Grazie mille

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Maggio 2017 10:46

      Buongiorno Luca. Non c’è una “durata massima” del mal di testa dovuto a problemi di muscolatura del collo. Vada prima dal suo medico e poi eventualmente metta in atto i consigli dell’articolo

      Rispondi
  • buongiorno marcello e grazie per la disponibiita che dai,ho 39anni e volevo avere delle info,è da un po di tempo ormai (molti mesi)che soffro di giramenti d testa a volte piu intensi a volte piu blandi ma sensazione quasi costante è come un senso di spostamento e movimento intorno a me,ho sempre come un peso sul collo mal di schiena e in questi ultimi giorni anche mal di testa tipo “testa pesante”bruciore agli occhi e anche senso di accaldamento in testa collo e facia,credevo fosse x via del sole tipo ustione ma è passata una settimana ormai,un controllo da un otorino è risultato apposto l’orecchio naso e gola almeno esternamente,ora mi hanno prescritto una visita vestibolare,questo senso di “malessere” mi sta portando ansia e stress,secondo te puo essere la cervicale?perche ho letto che puo durare al max 10gg ma a me sono mesi ormai

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      15 Giugno 2017 11:40

      Ciao, il fatto che il disturbo possa durare al massimo 10 giorni è una baggianata…forse la fase acuta, ma la fase cronica alcune persone se la portano dietro a vita!

      Segui le indicazioni dell’articolo o della mia guida, si possono avere importanti benefici sui sintomi che mi riferisci!

      Rispondi
      • si ho scaricato in pdf stasera leggo con calma , quindi puo essere dovuto tutto ad una “cervicale”diciamo cosi cronica?perche a vokte faccio fatica anche a stare in piedi, una labirintite mi sembra un po strano

        Rispondi
        • Marcello Chiapponi
          Marcello Chiapponi
          17 Giugno 2017 05:37

          una labirintite si che ha un inizio e fine ben precisi….inoltre con una labirintite vera non fai fatica a stare in piedi, non riesci proprio ad alzarti!! è un problema completamente diverso…

          Rispondi
          • Buon giorno mi chiamo Claudia e sono una signora di 48 anni da tempo soffro di cervicale da prima davo colpa a labirintite ma dopo aver appurato con controlli medici ed esami che non c’entrava nulla sono arrivata alla conclusione che soffro di cervicale a 15 anni ho avuto un ernia al disco fra la quarta e la quinta vertebra lombare ma poi con fisioterapia e massaggi è scomparsa poi durante gli anni ho avuto problemi di peso dovuti da una cattiva alimentazione con effetto fisarmonica diventando per alcuni anni una persona obesa però mai avuti problemi cervicali sempre in gioventù tramite una lastra mi avevano detto che avevo la scoliosi ma sinceramente non mi ha mai causato problemi. Da 7 anni ho abbracciando la paleodieta ho ritrovato sia il mio peso forma che serenità mentale;due mesi fa ho scoperto il suo canale You tube ed ho seguito i suoi consigli facendo gli esercizi per migliorare il problema della cervicale rinforzando e rilassando spalle e collo ho migliorato notevolmente anche il dolore alla spalla che partiva da dietro alla scapola e mi prendeva tutto il braccio e si informicolavano anche le dita fino a quando non sono arrivate le feste e per circa venti giorni non ho fatto più attività posturale quando ho ripreso esattamente giovedì 10 c.m. evidentemente ho fatto un movimento sbagliato causandomi forti vertigini tali da non poter più stare in piedi; devo dire che a distanza di qualche giorno di riposo sto meglio però mi sono rimaste le vertigini quando guardo in alto e quando da sdraiata mi giro sul lato sinistro. La mia domanda è quale esercizio potrei fare per far cessare definitivamente le vertigini come prima dell incidente? Dimenticavo di dire che recentemente ho fatto una lastra alla cervicale ed è tutto a norma l unica cosa è che è inclinata leggermente verso destra me ne accorgo soprattutto quando faccio dei movimenti circolari e quando li faccio verso destra sento come uno scricchiolio . Ringrazio e spero in una sua risposta

          • Marcello Chiapponi
            Marcello Chiapponi
            15 Gennaio 2019 14:15

            Buongiorno Claudia, provi a guardare questo articolo

  • Buonasera, mi chiamo Ida. Da giovedì 8 giugno avverto senso di sbandamento, vertigini, fastidio agli occhi, e un leggero cerchio alla testa con orecchie leggermente tappate. Non ho alcun dolore al collo o alle spalle. Frequento la palestra da 6 mesi con l’ utilizzo di pesi e seguo un’alimentazione sana (proteine, magnesio, ferro, vitamine e carboidrati). Ieri sono andata in farmacia (il mio medico di base non c’era) e la farmacista mi ha consigliato di assumere M***L 3 volte al giorno dopo i pasti dicendomi si trattasse di cervicale. Adesso Le espongo i miei dubbi/quesiti:
    1) i sintomi che ho sembrano del tutto similari al sintomo della cervicale (come da Lei indicato) ma vorrei averne conferma da Lei.
    2) Al mattino appena mi alzo non ho alcun sintomo anzi sono allegra perché credo di essermi liberata dalla cervicale e, tempo un quarto d’ora all’incirca, ritornano, è normale?
    3) In ultimo vorrei sapere dopo quanto tempo dall’assunzione del momendol i sintomi di cui sopra potrebbero (il condizionale è d’obbligo) andare via?
    Grazie mille e complimenti per la professionalità.
    Ida

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      17 Giugno 2017 05:34

      Ciao Ida,

      purtroppo posso esserti di aiuto piuttosto limitato, in quanto i sintomi sono emersi da troppo poco tempo. Una delle discriminanti fondamentali quando si danno pareri online è proprio la durata dei sintomi. Se avessi questi sintomi da 4-5-10-20 anni, allora saremmo sicuri che si tratti di un problema al collo, ma al momento la situazione non è ancora definita, quindi devi definirla con chi ti sta curando…

      Rispondi
  • Salve, sono un ragazzo di 18 anni, faccio nuoto agonistico e qualche volta mi scrocchio il collo, peró da un pó di tempo quando a volte giro il collo sento come un legamento o un nervo che non si muove con esso, ma resta rigido. Questo non mi provoca dolore, peró essendo parecchio ipocondriaco ho paura che possa trattarsi di qualche difetto nella posizione delle vertebre o delle vene…
    E quando mi tocco il collo posteriormente, vicino alla spina dorsale, riesco a spostare un muscolo/ non lo so, che non mi da fastidio, ma mi crea solo ansia .
    Secondo lei dovrei andarmi a fare qualche tipo di test ?
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      28 Giugno 2017 12:05

      Marco, confesso di non aver capito molto, ma in ogni caso non c’è nulla di cui preoccuparsi: vertebre o vene non si spostano così facilmente…

      Rispondi
  • buongiorno.sono molto preoccupata perchè da alcuni giorni ho dei dolori che si irradiano dietro la nuca,come se mi sentissi tirare o come se fosse infiammata questa parte bassa della nuca e tale dolore si accentua quando appoggio la testa sul cuscino.preciso che sto vivendo un momento emotivamente difficile.cosa mi potrebbe aiutare?grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      28 Giugno 2017 12:03

      Buongiorno Anna Maria, se ha dei sintomi recenti cui l’origine non è ancora chiarita, è meglio se non cerca un consulto online, ma se si reca dal suo medico..

      Rispondi
  • salve marcello,avevo scritto in precedenza,niente volevo informarla che ho fatto l.esame vestibolare e come ha detto giustamente lei,è uscito tutto negativo,la dottoressa che mi ha fatto la visita mi ha consigliato appunto una visita ortopedica,nel frattempo mi ha prescritto del melixan 30 gocce 2 volte al dì e della partena 1 compressa al dì,entrambi x 30 gg,mi ha detto che sono cose naturali e servono a sciogliere un po i muscoli,le compresse ok ma le gocce le ho prese un paio di volte e mi hanno fatto un effetto tipo aumento delle vertigini e quando mettevo la testa sul cuscino me la sentivo muovere,non so probabilmente sarà l.effetto dello scioglimento dei muscoli,lei cosa mi consiglia di fare?di prenderle cmq ?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      28 Giugno 2017 12:02

      Le prescrizioni mediche andrebbero portate avanti per un tempo congruo (15-20 gg) e nel caso di problemi persistenti, occorre rivolgersi a chi la prescrizione l’ha fatta…quindi continuerei sicuramente con le indicazioni che le sono state date..

      Rispondi
  • buonasera,
    putroppo è da qualche anno che soffro di dolori ai trapezi e dolori di schiena al livello centrale ma la cosa che mi fa veramente paura sono gli sbandamenti che ormai ho ogni giorno , i giramenti di testa , le vertigini.
    Ho fatto una tac rachide cervicale non è emerso nulla se non una rettilizzazione del tratto cervicale ma l’ortopedico mi ha detto che è normale. Ho fatto molti esami del sangue nulla, sono stato in 3 otorini nulla.
    Purtroppo è invalidante perchè praticamente non mi fa fare più nulla.
    Non so come risolvere il problema.
    Ora sto facendo dei massaggi con un osteopata ma dopo il primo massaggio peggio di prima.
    Veramente è una condizione che non sopporto.
    P.s. ho anche dei dolori a volte sotto il braccio sinistro , praticamente da sotto l’ascella si irradia al braccio sempre sotto e finisce prima del gomito

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      7 Luglio 2017 09:06

      Buongiorno Emanuele. Purtroppo a volte questi sintomi sono davvero invalidanti. Riguardo al “cosa fare” però, ritengo che nell’articolo sia tutto ben spiegato. Se ha qualche questione specifica me lo segnali pure

      Rispondi
  • Avatar
    Stefania Libanore
    13 Luglio 2017 19:37

    Buongiorno mi chiamo Stefania .. premetto che vado avanti da anni senza riuscire a risolvere il problema. Dall’ ultima risonanza fatta ad aprile si rileva scoliosi sinistro convessa del passaggio cervico dorsale e parziale fusione della c5 e c6. E spondilosi osteofitaria dalla c2 alla c5. Sinostosi c6 e c7.
    Da stamattina ho iniziato ad avere come un infiammazione alle dita… per poi continuare fino al polso, gomito, collo e dopo un Po anche a ginocchia e caviglie. Mi hanno fatto una puntura di bentelan.. ma può davvero dipendere solo da questo problema cervicale?.. grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      17 Luglio 2017 16:46

      Buongiorno Stefania. Gli elementi che riferisce riguardo al tratto cervicale non sono certo da sottovalutare, ma purtroppo non si può determinare in alcun modo quanto dei sintomi che avverte dipenda da quello e quanto da altri fattori..

      Rispondi
  • Salve dottore
    Vorrei sapere da lei che cosa mi sta succedendo
    Da più di 1 settimana dopo forti vertigini ,soffro di sbandamenti tanto che non riesco più a piegarli ,non dormo più sul lato destro,ho sempre dolore agli occhi con emicranie . Oggi si è aggiunta dolore alla gamba sinistra all’attacco della coscia . Non ho dolore ne al collo ne alle braccia .
    Grazie per la vostra risposta .
    Cordiali saluti

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      22 Luglio 2017 12:33

      Buongiorno Barbara. Penso che per un problema di questo tipo debba prima rivolgersi al suo medico o ad un otorino, più che cercare un consulto online.

      Mi spiace ma non saprei come aiutarla..

      Rispondi
  • Buongiorno allora soffro di cervicale..ma questa volta mi prende anche braccia dita e petto..
    Sono tre gg che ho dolori al petto…mi sono quasi spaventata ma poi mi son detta sono tre giorni che li hai..e se tocco sul petto sento tutto il nervo gonfio e dolorante anche al tatto.
    M prende anche dietro la schiena con formicolio…ma và veramente a momenti perché questa mattina ho lavorato tranquilla senza dolore…ora si vede che si rilassano e mi provocano dolore…più che altro al petto zona sinistra dolore che dura un minuto poi basta…
    Può la cervicale infiammata creare formicolio alla schiena e pesantezza? Formicolio alle dita braccio? E interessare anche il pettorale?
    Grazie…

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Luglio 2017 07:21

      Buongiorno Ginevra,

      l’interessamento al pettorale è molto comune, a causa dell’irritazione dei fasci nervosi.

      Rispondi
  • Buongiorno marcello
    Da circa un anno soffro di fruscii al collo detto anche (sabbia nel collo). In dettaglio vorrei spiegarti di cosa si tratta. Praticamente se muovo il collo verso destra o sinistra i fruscii aumentano o se lo muovo in posizioni particolari tipo guardare in alto e chinare la testa verso destra facendo una piccola rotazione verso sinistra aumentano a dismisura.. anche appoggiare la testa sul cuscino mi crea questo sintomo.. quando cammino lo sento a ritmo di passi e se sto fermo a volte lo sento a ritmo cardiaco . Non ho nessun dolore per fortuna e riesco a muovere bene la testa senza rigidità. Ho solo questo rumore costante che aumenta o diminuisce a secondo le varie posizioni o circostanze.. potrebbe essere un problema di microcircolazioni ? Da premettere che mi sono fatto operare con la discectomia laser circa un mese fa per tre piccole protrusioni pensando fossero quelle ma e rimasto tale e quale.. cosa pensi.. potresti consigliarmi un aiuto? Grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      1 Agosto 2017 07:13

      Ciao Angelo. Se hai fatto un intervento (pur micro-invasivo) per delle protrusioni e con l’intenzione di risolvere uno scroscio….beh scusami la franchezza ma chi te lo ha fatto avrebbe dovuto avvisarti che:

      – l’80{c7256c44737acd413f1217cc56543281c565d63c9e196162929f6258a60b9405} delle persone ha delle protrusioni anche notevoli, senza avere alcun tipo di sintomo
      – non sappiamo a cosa siano dovuti gli scrosci, ma sicuramente non alle protrusioni

      Detto questo, il problema è che appunto non sappiamo a cosa siano dovuti gli scrosci. La cosa più conveniente da fare è un bel programma di rieducazione muscolare (allungamento e rinforzo). Spesso vedo notevole riduzione dei “rumori” dopo che i muscoli sono stati messi in migliori condizioni.

      un saluto

      Rispondi
  • Buongiorno, mi succede di alzarmi la mattina con un gran mal di testa, e mi succede spesso quando il giorno prima ho fatto dei movimenti particolari, non usuali, magari qualche lavoro in casa faidate, oppure se vado in barca e ci sto per parecchie ore.
    È come se alcune posture o movimenti come il bilanciamento del rollio della barca mi contraggano i muscoli delle spalle e del collo con conseguente mal di testa che devo risolvere con gli antinfiammatori.
    Siccome per me gli antinfiammatori sono controindicati per via di problemi cardiaci, mi piacerebbe trovare un rimedio alternativo.
    Naturalmente vorrei continuare ad andare in barca o a farmi i lavori in casa.
    Grazie anticipate.

    Rispondi
  • BuoMasera, vorrei sapere una cosa soffro da tempo di irrigidimento muscolare della mandibola mal di testa che mi fa sentire in stato di confusione Quando mi prende..Ho fatto Vari accertamenti tra cui la radiografia dell’atm e non risulta esserci problema potrebbe essere la cervicale?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      23 Settembre 2017 09:12

      Di solito si tratta di problemi tensivi legati a stati di stress. In queste condizioni si irrigidiscono sia i muscoli del collo che quelli della mandibola

      Rispondi
  • Salve Marcello,
    soffro di lievi contratture alla zona cervicale da almeno tre anni, ma ho sempre continuato a svolgere le mie attività quotidiane senza che tale problema risultasse invalidante, né lo è risultato per la attività sportiva agonistica (nuoto), che pratico ogni giorno per circa un’ora e mezza. Tuttavia, da un mese a questa parte, i problemi alla cervicale mi sembrano essersi accentuati. In particolare, oltre a soffrire di dolori al collo, mal di testa e spalle, provo, specialmente durante l’attività sportiva, senso di soffocamento, mancanza di respiro, dolori di natura trafittiva al petto, difficoltà ad allargare la gabbia toracica, capogiri, vertigini, e mi sembra di sentire come delle lievi contratture (che io forse scambio per palpitazioni) che interessano la zona che va dallo sterno alle costole. Inoltre, mi capita talvolta di svegliarmi la notte di soprassalto con fame d’aria e senso di soffocamento. Tutti i disturbi descritti sono accentuati nella parte sinistra. Ora, io so di essere una persona piuttosto ipocondriaca, tanto che, pensando si trattasse di problemi cardiaci, sono andata a farmi visitare da ben 3 cardiologi diversi e due medici sportivi: ho fatto vari test ergometrici, 2 ecocardi, 1 holter 24h. Sia i cardiologi, sia gli altri medici hanno escluso completamente, in base alle analisi svolte, che il cuore possa essere alla base dei miei disturbi, ma io continuo a temere di morire da un momento all’altro di arresto cardiaco. Tu credi che i disturbi descritti potrebbero essere legati a un problema cervicale? Tieni presente che soffro anche di reflusso gastro-esofageo, acuitosi anch’esso nell’ultimo mese.
    Grazie per il prezioso aiuto!

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Settembre 2017 13:53

      Ciao Simona. Nel tuo caso probabilmente si sono sommati disturbo cervicale+ansia di fondo+disturbo gastrico, quindi il risultato è abbastanza “esplosivo”, ma non c’è niente di cui tu ti debba preoccupare. Segui le indicazioni dell’articolo o della mia guida e andrai benone.

      Rispondi
  • Salve è da quattro anni che soffro di problemi cervicali ma dopo la terza gravidanza è peggiorato il tutto…ora con il cambiamento climatico è da tre giorni che ho forti dolori al collo e verso le spalle e ad intermettenza sembra che qualcuno mi traffiggesse il collo con annessa nausea e vertigini avevo effettuato una rm un anno fa con retilizzazione con perdita della lordosi cervicale,4 e 5 vertebra inversa e lieve spostamento del dente epistrofeo..volevo chiedere se i dolori possono essere così invalidanti il tutto accompagnato con una buona dose di ansia e attacchi di panico grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      9 Ottobre 2017 07:38

      Buongiorno Elena. Il dolore è una esperienza estremamente soggettiva, e non è direttamente correlato ai “danni” che si vedono negli esami. Alcune persone riferiscono dolori molto forti nonostante esami “a posto”, mentre altre stanno benissimo anche in presenza di severe alterazioni….quindi si, tutto è possibile..

      Rispondi
  • Buongiorno, da vari esami è emerso quanto segue:
    Minima scoliosi sinistroconvessa cervicale con obliquità modesta verso sinistra dell’ asse rachideo.
    Accenno a scoliosi destroconvessa al passaggio cervice dorsale e sinistroconvessa dorso lombare.
    Accentuata la cifosi dorsale e lardosi lombare.
    Riduzione di ampiezza degli spazi discali da C4 a C6 posteriormente, con iniziale osteofitosi posteriore specie a C4 e C5.
    Iniziali irregolarità artrosiche alle apofisi unciformi ed articolari.
    Fini irregolarità delle limitanti somatiche dorsali del tratto medio come da minimi esiti osteocondrosici giovanili con iniziale spondilosi corrispondente per spazi discali appena ridotti di ampiezza ed iniziale appuntimento degli spigoli somatici.
    Lieve riduzione di ampiezza anche degli spazi discali da L3 a S1 posteriormente.
    La RMN evidenzia che i dischi C4-C5 e C5-C6 sono lievemente ridotti di spessore con modesta protusione ad ampio raggio mediana-paramediana-bilaterale (situazione invariata da ultimo esame).
    Ho una forte e direi perenne contrattura del trapezio sinistro definita discendente dal fisiatra.
    Il cambiamento del tempo mi crea una serie di tensioni muscolari anche a livello torace e ascelle, l’ ortopedico che mi segue le ha definite radicoliti dovute all’ artrosi dicendo che ben poco c’è da fare…. (esami cardiaci annuali ok, ECG e sforzo, pressione ed esami sangue regolari).
    Soffro altresì di ernia iatale da scivolamento di 3 cm che mi crea un forte meteorismo colico ed in tali frangenti mi sembra che la tensione muscolare a livello petto e schienaaumenti. Faccio regolare attività fisica come prescritto dall’ ortopedico, ma in determinati giorni, ogni movimento che faccio crea disagio/fastidio, anche il solo stiracchiare le braccia tira i muscoli del petto, fare una torsione con il busto anche, tutti fastidi ben localizzati principalmente in corrispondenza del capezzolo e dell’ ascella sx.
    Premetto che non prendo farmaci (mi hanno consigliato cicli di ***) ma solo magnesio.
    Ora, secondo lei, è possibile risolvere queste radicoliti in qualche modo?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      5 Novembre 2017 08:18

      Vincenzo, è purtroppo impossibile dire cosa si possa migliorare e cosa no, ma in genere c’è margine di miglioramento per tutti. Detto questo, più che attività fisica generica, cercherei di fare attività mirata al rinforzare i muscoli più deboli e al distendere quelli più accorciati…insomma, aggiungerei un piano di esercizi mirati al disturbo

      Rispondi
  • Salve sono Marinella…
    È dal mese di settembre che sto avendo fenomeni strani con:sbandamento,vista offuscata,sudorazione,tachicardia e avendo dolore al collo e spalle e mal di testa
    Posso sapere se sono sintomi della cervicale?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      11 Novembre 2017 07:51

      Buongiorno. Buona parte dei sintomi che riferisce sono spiegati nell’articolo, quindi si, è possibile..

      Rispondi
  • Buongiorno, da circa tre mesi mi sono accorta di una diminuzione di ricrescita e di una maggiore perdita di capelli nella parte destra della testa. Dalla zona nuca fino a sopra il cranio, comprese le parti sopra l’orecchio e sopra la tempia. In concomitanza ho iniziato a soffrire di dolori al collo parte destra, alla nuca parte destra. La diminuzione di capelli dalla parte destra sta iniziando a vedersi anche a chi non conosce i miei dolori alla nuca. Ho fatto due manipolazioni alla c4 c5 dal fisioterapista e preso integratore benerva per tre settimane, ma il dolore alla nuca non è passato e la diradamento dei capelli a destra è sempre più evidente. Quando abbasso il capo, spostandolo a destra, sento dei crick crok come se le ossa o i tendini fossero accavallati. Il fisioterapista di che questi crick sono dovuti all”‘”usura” dovuta al passare del tempo. Ho 39 anni. Questi crick mi sono venuti fuori tutti in un colpo senza subire traumi. Ho dolore persistente alla nuca, al collo e al cranio.
    Mi può dare un consiglio? Lei pensa che la diminuzione di efficienza dei bulbi del capello della morte destra sia connessa a questo problemi (che non mi hanno ancora identificato) alla nuca e cervicale?
    Grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      20 Novembre 2017 10:09

      Ciao Roberta. Seppure a volte capiti di vedere fenomeni di “concomitanza” tra problemi posturali e altri sintomi (come quello dei capelli), non ci sono correlazioni documentate e documentabili. Non è quindi garantito che prendendoti cura del tuo collo (cosa che ti consiglio di fare con gli esercizi mirati che trovi nell’articolo e nella mia guida) ci sia un riscontro nella crescita dei capelli

      Rispondi
  • Salve mi chiamo Erica e ho 25 anni.
    Da quasi due anni ho un dolore/fastidio/perdita di forza/indolenzimento alla gamba destra, il medico non mi ha mai fatto fare visite specialiste fino a quando il dolore da quasi un anno si è presentato anche al braccio destro, collo e seno, con gli stessi sintomi della gamba. Ho appena fatto una RMN cervicale basale dove si riscontra “Minima protusione paramediale destra i osserva in C5-C6, interessa l’ingresso del frame di coniugazione.” Volevo sapere di cosa si tratta perché il mio medico è stato di poche parole e minimizza sempre tutto, ma il mio dolore è persistente da 2 anni. Questa protusione può essere la causa del dolore alla gamba o solo del dolore al braccio/collo/seno ? Grazie mille

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      23 Novembre 2017 19:05

      Ciao Erica, piccole o medie sofferenze dei dischi (protrusioni) sono comuni nell’80{c7256c44737acd413f1217cc56543281c565d63c9e196162929f6258a60b9405} delle persone, e da sole non possono essere messe in correlazione con nessun sintomo in particolare, dato che le hanno anche persone del tutto asintomatiche…

      Rispondi
  • Buongiorno Dottore,
    io avrei una domanda mi sara capitato in tutto 4 volte al massimo a distanza di tempo…che durante la notte all’improvviso mi sento il braccio che internamente e freddo (non so se riesce a capire quello che intendo)esternamene sono calda, e sento questa sensazione salire fino alla spalla dietro il collo.
    sono gia andata un volta dalla dottoressa che mi ha detto che ho i muscoli delle spalle durissimi, e ho sulla collona un bozzo che lei dice essere un principio di artrosi cervicale.
    da giovane ho avuto un tamponamento e mi si sono schiacciati due vertebre, inoltre la dottoressa dice che la colonna dietro il collo e quasi dritta.
    io della mia dottoressa non mi fido molto ….ma questa sensazione del braccio freddo puo dipendere dalla cervicale??
    la ringrazion in anticipo per la risposta.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      25 Novembre 2017 08:12

      Buongiorno Roberta. Purtroppo è impossibile determinare con esattezza da dove venga un sintomo di quel tipo, soprattutto se è così “irregolare”..

      Rispondi
  • Buongiorno, sono un ragazzo di 28 anno e da qualche anno mi capita di avere dolore al collo che in gerene duda 6-7 giorni poi va via (specialmente nei cambi di tempo). Faccio da sempre sport ma ultimamente, per prepararmi ad un evento, sto facendo palestra. Sono 3 mesi che vado in palestra e devo dire che probabilmente ho anche esagerato con i carichi. Adesso ho un forte dolore a collo e quando lo muovo sento sempre scricchiolii. Inoltre, da qualche giorno ho cominciato a sentire un ronzio all’orecchio sinistro. Adesso sono fermo da una settimana per cercare di recuperare, l’acufene è diminuito ma io vorrei sapere se ho qualcosa di grave al collo oppure è “solo” una forte cervicalgia. Cosa mi consiglia di fare? Grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      5 Dicembre 2017 08:38

      Buongiorno Salvatore.È molto difficile, se non impossibile, farsi un’idea del problema a distanza. Probabilmente i suoi muscoli cervicali hanno bisogno di attenzioni più mirate, sia durante gli allenamenti che al di fuori.Tutto il sito è ricco di informazioni a riguardo.

      Rispondi
  • Buona sera, avrei una domanda sperando che qualche specialista mi risponda . Premetto che due mesi fa ho partorito e durante il travaglio mi sono stirata qualche nervo perché per diversi giorni non potevo alzare la spalla destra. Dopo circa un mese ho avuto tipo torcicollo , molto molto più intenso è doloroso .
    Un dolore che mi partiva da dietro l’orecchio destro , praticamente dietro la testa fino a sotto la accappia e mi blocca il collo e la spalla. Un dolore molto molto forte curato solo con tachipirima visto che all’atto. Poi piano piano è passato lasciandomi però intorpidita la zona dietro l’orecchio e debole la spalla. Da stamattina mi sta ritornando e sono terrorizzata. Può essere cervicale?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      8 Marzo 2018 05:47

      Daniela, è molto difficile capire che tipo di problema sia, in assenza di dati strumentali. Se si fosse stirata un nervo del plesso brachiale, il pieno recupero può durare diversi mesi…

      Rispondi
  • Dopo un mese di continui dolori al collo da qualche giorno ho disturbi alla vista e linfonodi sul collo gonfi. Ho messo tutto ciò in relazione alla ” cervicale infiammata”. Ci può stare? Che terapia d’urto posso fare?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      8 Marzo 2018 05:45

      Giulia, in genere i problemi cervicali non provocano gonfiore dei linfonodi. È piuttosto più comune il contrario. Ne parli con il suo medico…

      Rispondi
  • Buonasera,
    ho fatto una risonanza per dei formicolii a braccia e gambe, e mi hanno trovato una piccola ernia mediana-paramediana sinistra, con lieve impronta sul sacco durale e inversione della lordosi. Nel resto della colonna vertebrale non so se ci sono altre ernie. Ho sempre avuto una pessima postura e, negli ultimi tempi non mi muovo granchè.
    Ora, da un paio di settimane ho dei crampetti tipo elettrostimolatore un po’ in tutto il corpo (per i quali sto prendendo potassio e magnesio), mi sento dei doloretti passeggeri ai tendini di piedi e mani e faccio un po’ fatica a deglutire, non so se per ansia o per il fastidio alla cervicale (ieri ho fatto la prima seduta di fisioterapia, dopo tre sedute di osteopatia) e a volte mi sembra di sentire tipo sabbia in gola… può dipendere dalla cervicale?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      22 Marzo 2018 16:07

      Non penso possa dipendere dal collo Eloisa. potrebbe esserlo se si trattasse di fascicolazioni su un singolo arto. quando sono diffuse a tutto il corpo è più un problema di ansia e stress…

      Rispondi
  • Buongiorno Marcello soffro di un appiattimento della lordosi cervicale per cui molto spesso ho forti dolori alla base del collo che si irradiano alla nuca, senso di stordimento ed occhi pesanti. Cosa posso fare per cercare di alleviare questi fastidi??

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      3 Aprile 2018 06:34

      Daniela, anche con la lordosi appiattita, i sintomi sono portati dall’infiammazione, quindi puoi sicuramente seguire i consigli dell’articolo…

      Rispondi
  • Salve..Ho un problema da più di 1 anno..Soffro sempre di sbandamenti ho fatto vari esami tutto ok sia otorino neurologo ho fatto delle radiografie alle cervicali tempo da ed è tutto ok ai seni paranasali tutto ok ma a me i sintomi sono peggiorati..adesso dovrei fare una risonanza magnetica e una visita dall’ ortopedico..Non capisco..perché non passano…troppa stanchezza mentale occhi offuscati e giramenti e pressioni in testa oggi neanche mi reggo in piedi…lei cosa può dirmi?

    Rispondi
  • Buon giorno, ho 60 anni, da qualche giorno avvertivo una leggera contrattura dei muscoli della zona cervicale. Dopo un movimento brusco da supino nel tentativo di alzarmi dal letto, ho avvertito un dolore lancinante, mal di testa, dolore ai bulbi oculari, ora il dolore è meno acuto, ma si ripresenta appena passo dalla posizione seduta a quella in piedi, come un’ondata, pochi secondi e scompare. Il problema ora si è però esteso alla zona sacrale della colonna vertebrale. anche qui stessa dinamica quando mi rimetto in piedi da seduto. Che ne pensa? Grazie Michele

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      13 Aprile 2018 05:46

      Michele, purtroppo è impossibile esprimersi su problemi così recenti. deve innanzitutto andare dal suo medico, per un inquadramento di massima della cosa…

      Rispondi
  • Grazie comunque.

    Rispondi
  • Salve Marcello, da circa un mese accuso sintomi quali giramenti di testa, sensazione di essere su una barca, vista “strana”, confusione mentale, impossibilità a concentrarmi … la sensazione che provo è come essere in un perenne stato di ubriachezza ma SENZA ALCUN DOLORE al collo o schiena !!!! Un osteopata del mio paese, dopo avermi visitato mi ha detto che ho una contrazione ai trapezi e che i sintomi che accuso sono dovuti proprio da quello. In effetti, dopo un mese di soli sintomi senza dolori di alcun genere, sono 5 giorni che mi sveglio al mattino CON IL COLLO TOTALMENTE BLOCCATO !!! Dolore enorme al trapezio destro che si estende al braccio, alla scapola fino ad arrivare nella zona occipitale, impossibilità di muovermi ! La mia domanda ora è: “può essere che per un mese circa ho avvertito i sintomi sopra citati, senza un minimo dolore cervicale ne di spalle o trapezi ma si è presentato tutto in questi ultimi 5 giorni ????? Grazie mille e complimenti per il sito.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      17 Aprile 2018 05:19

      Buongiorno Gianluca. La risposta è abbastanza ovvia: certo che può essere….dato che è successo! 🙂

      Scherzi a parte si, è abbastanza comune che succeda così.

      Rispondi
  • salve, ho 33 anni, leggo ormai da tempo diversi articoli da lei scritti e ritengo essere pienamente nel problema della cervicale. tutto nasce a Luglio 2017 con la sensazione di testa pesante, giramenti come fossi ubriaco. A questo si sono aggiunti anche disturbi all’occhio a volte, e anche problemi intestinali. Da lì feci tutti i controlli del caso (tac, risonanza, esami vari, colonscopia etc etc) e non sono emersi problemi fortunatamente. Solo una lieve protrusione a livello di c3-c4 (e c5 forse..non ricordo adesso esattamente). tutto questo senza aver avuto traumi evidenti, prima facevo ciclismo e tenevo una postura magari troppo contratto sul collo per diverse ore, e presi la brutta abitudine quando ero seduto sul divano a rialzarmi facendo forza con il collo aimhè…
    Ho cominciato a fare cortisone per un periodo, collare morbido e diverse sedute di posturale e dopo un bel po di mesi ho cominciato ad attenuare abbastanza i sintomi gravi iniziali ma non mi è ancora passato del tutto e siamo ad oggi a 10 mesi dall’inizio e certi giorni si riacutizzano alcuni sintomi. Ad oggi faccio esercizi fatti in casa o palestra di posturale 2 volte a settimana. in questi mesi mi è anche capitato di avere in alcuni giorni piedi freddi e mani fredde, in questi ultimi giorni mi capita un dolore al braccio dx in corrispondenza di dolore al collo contemporaneo… cosa dovrei fare? Continuare, fare più costantemente esercizi?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      21 Aprile 2018 09:49

      Ciao Tony. Occorre capire che tipo di lavoro stai facendo al momento, quindi se è abbastanza specifico per il problema…

      Rispondi
      • esercizi generali presi dai tuoi video come mobilitazione del collo, rotazioni, allungamenti e rafforzamento. Inoltre anche qualche esercizio per “raddrizzare” la postura e allungamento della catena muscolare globale, fatto in 5 sedute in un centro di fisioterapia mesi fa e ad oggi lo ripeto da solo in palestra. purtroppo è un mio problema facendo tanto lavoro davanti al pc rimango sempre molto incurvato e mi chiudo con le spalle. Avete una sede a Milano ho visto… possibile fare un incontro valutativo?

        Rispondi
  • Avatar
    Gianluca G.
    22 Aprile 2018 08:28

    Salve Marcello, vorrei sapere se tra i sintomi dell’infiammazione cervicale sono compresi anche gli acufeni. Ormai sono mesi che sento i sintomi descritti nell’articolo e sento dei fischi alle orecchie quando mi trovo in luoghi silenziosi (ad esempio la notte quando sto nel letto prima di addormentarmi)

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      24 Aprile 2018 14:03

      purtroppo non abbiamo prova che questo collegamento esista. è raccontato di frequente dai pazienti, ma le persone che lo hanno risolto sono una minoranza. A sentire alcuni miei colleghi, è un problema collegatissimo e risolvibilissimo, ma le persone che lo hanno effettivamente risolto sono davvero una minoranza…in ogni caso, c’è un video dedicato sul mio canale youtube

      Rispondi
  • Salve Marcello…articolo interessante…io da circa un mese ho il collo un po’ rigido a causa di cattive posture nel dormire (dormivo per qualche ora prona con collo leggermente girato)…anni fa avevo avuto problemi seri per protrusioni al collo e in questi anni avevo sempre fatto esercizi mckenzie per la mobilità del collo…purtroppo non riesco a riportare il mio collo a come era un mese fa…sono andata da un fisioterapista del quale mi fido che mi ha massaggiato rilevando varie contratture fino al trapezio e poi mi ha fatto un leggero pompage…la situazione sembrava migliorata ma dopo un secondo lieve massaggio sono quasi peggiorata…sento sempre collo un po’ rigido, dolore (non forte) nell’estensione all’indietro e dolore in mezzo alle scapole specialmente verso sera…il mio fisioterapista dice che questa volta non è un problema discale o di infiammazione ma contratture dovute alle cattive posture…però non passa…che devo fare? mi puoi dare un consiglio?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      16 Maggio 2018 17:32

      Alice, francamente sono un po’ in difficoltà a dare un consiglio: è passato relativamente poco tempo dall’inizio dei sintomi, e non abbiamo una idea chiara di cosa ci sia attualmente all’interno del collo…potrebbe anche trattarsi di un peggioramento della situazione già nota…

      Rispondi
  • Salve dottore ho due spondilosi una sacrale e una cervicale,peggiorò sempre,ma da due anni mi fa male sempre quando faccio ad esempio i piatti e cucinò ,un dolore forte del raggio di un paio di cm,alla parte sinistra alla base del collo pero piu in basso tipo 4 cm dalla base del collo,non capisco se e muscolo o nervo,penso sia nervo,pungicate forti e pizzica anche la pelle e anche profondo,non sento sensibilità, ultimamente mi fanno male anche due dita,il pollice ed il medio sinistro ed ho capito che sono tendini o nervi.comincio ad aver paura,mentre la spondilosi sacrale viene spesso di inverno o quando faccio sforzi o semplicemente quando sono in ginocchio ed eseguo lavori chinato.graxie dottore

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      12 Luglio 2018 05:25

      Buongiorno Luca. Direi che prima di tutto deve accertarsi della situazione, vada dal suo medico e chieda di fare qualche approfondimento..

      Rispondi
  • Salve ho letto l’articolo e lo trovo interessante io soffro spesso di mal di testa e quando arriva .i dura 3 giorni con l’antinfiammatorio si calma diventa sopportabile ma nn va via…..avvolte
    Ho la vista offuscata e formicolio alle mani e alle braccia adesso mi è
    è comparso un dolore al muscolo del ginocchio solo però se cammino o lo piego secondo Lei è cervicale e se si ci sta un nesso tra la cervicale e il dolore al ginocchio ps soffro d’ansia GRAZIE MILLE PER LA RISPOSTA

    Rispondi
  • Buongiorno. Il mio problema è questo: Credo di soffrire di cervicale, i sintomi maggiori sono : scricchiolamento nel girare il collo soprattutto la mattina. (sembra che lungo il collo ci sia una ruota dentata…) E poi, quello che mi da più fastidio, un rumore tipo ronzio nella testa e verso l orecchio sinistro accompagnato a volte da testa “pesante”… I mal di testa sono sporadici , dolori alle spalle e braccia per ora no. Il ronzio potrebbe dipendere dalla cervicale? Si può risolvere?
    grazie dell’ eventuale risposta. Michele

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      16 Luglio 2018 06:15

      Certo, nella maggior parte dei casi si tratta di problemi risolvibili. nell’articolo ci sono tutte le istruzioni..

      Rispondi
  • Salve. Da più di un anno ho notato una linea dura al tatto che corre lungo il retro del collo, alla destra e parallela alla colonna cervicale da dove cominciano i capelli fino a dove comincia la schiena. Se premo forte sento dolore e un tremendo fastidio lungo tutta questa lunghezza. A volte ho torcicollo e rigidità che mi durano giorni, dolori alla vertebra sporgente alla base del collo quando cammino per lungo tempo, scricchiolii, a volte rumori tipo tic-tic quando cammino, sempre in quel punto. Durante l’ultimo attacco acuto di torcicollo ho avuto formicolii, parestesie e dolori alle dita della mano destra (dal mignolo al pollice). Quando faccio certi movimenti (ad esempio se tolgo una maglietta) sento una forte scossa elettrica molto fastidiosa e dolorosa che va dalla base del collo alla spalla destra. In realtà da un anno e mezzo ho anche tutta un’altra serie di sintomi molto preoccupanti (fascicolazioni, formicolii alla punta degli alluci, fitte dolorose casuali nei 4 arti, tremori/debolezza quotidiana a tutti gli arti, inclusi polsi e caviglie, vertigini, nausea, etc) che sto indagando con un neurologo e che faccio fatica a ricondurre ai soli problemi di cervicale (mi piacerebbe fosse così semplice). Ho 34 anni, passo le giornate al computer e ho uno stile di vita sicuramente deleterio, soprattutto per quanto riguarda postura e attività fisica. Riguardo questa linea dura dietro al collo, cosa potrebbe essere? Una contrattura muscolare cronicizzata? Cosa potrei fare per risolvere ALMENO questo problema?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      23 Luglio 2018 05:58

      Riguardo al problema riferito, è molto probabilmente una contrattura. Tutte le indicazioni che legge nell’articolo e nelle guide sono indicate per risolvere il problema.

      Rispondi
  • Buongiorno. Può essere possibile che ad occhio nudo si vede una vertebra alta tipo 5-6 spostata verso sx di circa un centimetro?? E che non mi sia accorta della fuoriuscita apparite perdita di vista improvvisa??

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      11 Settembre 2018 06:53

      no, le vertebre non hanno tutta questa libertà di movimento, e soprattutto non “escono”. Possono essere un po’ disallineate, ma clinicamente è poco rilevante

      Rispondi
  • Salve dottore mi chiamo benedetto terra ho 33 anni , pratico sport da sempre da circa tre anni frequento palestre faccio sollevamento pesi , da circa un mesetto che ho accusato come un intorpidimento sulla parte destra del corpo , quindi braccia mani gambe ogni tanto qualche tremore , sono andato dal medico e mi ha detto che sarà dovuto a qualche sforzo eccessivo o cervicale io sono un po’ legnoso nei movimenti e ho il collo sempre teso , venerdì ho un ettimografia sono molto preoccupato speriamo bene .

    Rispondi
  • Buongiorno
    Sono Chiara, ho 28 anni e vorrei gentilmente sapere se una disfunzione ATM potrebbe essere causa scatenante di infiammazioni alla cervicale
    A parte il fatto che sollevo giornalmente pesi non indifferenti.

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      15 Gennaio 2019 14:15

      Buongiorno Chiara. IN teoria è possibile, anche se oggi non ci sono studi che lo confermino…

      Rispondi
  • Buonasera, chiedo una informazione veloce (entro breve farò un consulto medico). E’ possibile che una infiammazione cervicale esordisca (per 4-5 giorni) con una sensazione di bruciore di pelle (lato dx dietro al collo) e successivamente converga nei sintomi tipici che da ieri sto manifestando (dolore, mal di testa, rigidità, debolezza)? Ho 44 anni, una diagnosi di presunta artrite psoriasica (comunque non aggressiva) e da due anni, purtroppo, faccio poco movimento e sono un po’ stressato.

    Rispondi
  • Grazie per aver fornito una prima ed utile informazione sulla problematica.

    Rispondi
  • Buongiorno Marcello. Ho 38 anni, sono normopeso, ho uno stile di vita abbastanza attivo pur non facendo sport, purtroppo sono un soggetto parecchio ansioso e risento e somatizzo molto le tensioni.. e gli ultimi 6/7 mesi non sono stati esattamente una passeggiata! Detto questo, ho sempre sofferto di lievi disturbi cervicali, anni fa ho fatto anche una radiografia che evidenziava una leggera artrosi. Da qualche settimana a questa parte ho un disturbo diverso, sento sempre una tensione, come un peso a livello della nuca e del collo, la testa è pesante, a tratti mi sento confusa ho delle lievi vertigini, tutto in totale assenza di dolore! Stanotte mi sono spaventata perché mi sono svegliata per bere e mi girava la testa anche a letto! Ora piano piano sta passando… e continuo a non avere dolore! Il medico mi ha liquidata dicendomi che è un po’ di stress… ma io mi sono talmente spaventata… cosa ne pensa?

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      22 Ottobre 2019 22:58

      Ciao. Semplicemente può essere una nuova evoluzione degli stessi problemi che hai sempre avuto. Hanno molto più a che fare con la tensione nervosa / muscolare che con l’artrosi. Comincia a rieducare i tuoi muscoli con gli esercizi, e vedrai che sentirai cambiamenti…

      Rispondi
  • Buongiorno.
    Ho quasi 45 anni.. Ormai da mesi soffro di attacchi di dolore alla nuca che non mi fanno vivere bene.. Il dolore come dicevo è acuto alla nuca. La mattina mi sveglio già con il dolore soprattutto se ci dormo sopra… Sono molto rigida a detta della mia fisioterapista(dove vado in modo saltuario) .. Spalle schiena e collo inchiodato.. Questo mi dice..
    Ho sempre sofferto di colpi d’aria e cervicale… Soffro anche di problemi alla schiena dovuti a un vecchio incidente avuto a 17 anni che mi ha causato l’inclinazione delle vertebre L5 S1.
    Un anno fa circa sono stata tamponata con la macchina e da quel giorno ho l’incubo di questo dolore alla nuca che va e viene e che dura anche per 2/3 settimane.
    Ieri sono andata dalla mia fisioterapista in una fase acuta del dolore e credo abbia peggiorato la situazione…
    Può essere dovuto tutto alla cervicale o mi devo preoccupare? Dimenticavo… Di lavoro faccio la Stiratrice quindi ho per 4 ore tutti i santi giorni la testa inclinata in avanti… Per assurdo mentre lavoro il dolore è minimo.. Quando stacco e salgo in auto per tornare a casa il dolore si irradia e diventa effetto casco e impazzisco….
    Cosa mi consiglia?
    Spero in una sua risposta..
    KATIA

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      7 Novembre 2019 10:06

      Se hai dolore alla nuca da un anno, è probabile che sia un problema muscolo scheletrico, oppure una nevralgia occipitale. Prova a dare un’occhiata al mio articolo sul dolore alla nuca, lo trovi qui

      Rispondi
  • Buonasera
    Ho 41 anni,
    E da sei mesi non sono più quella di prima. A giugno mi colpisce una labirintite: ero nel letto ore 7, mi sveglio, leggo l’ora e mi giro nel letto forse bruscamente per provare a riaddormentarmi ma riapro gli occhi e vedo tutta la stanza girare, da quella volta li’ tutte le mattine prima di aprire gli occhi ho timore che mi ricapiti tanta e’ stata l’angoscia.
    Non mi dilungo troppo sull’ansia che ormai fa parte di me X svariati motivi, ci tengo a precisare che da qualche mese vivo con tanta paura, angoscia e tristezza spesso immotivate.
    Tornando a giugno, La guardia medica mi diagnostica cervicalgia vista la forte tensione dei muscoli nella parte alta della mia schiena; mi prescrive iniezioni di dicloreum + muscoril è in 5 giorni circa mi passa.
    Dopo due settimane di nuovo vertigini, vado da un otorino il quale mi insegna manovre per sistemare l’equilibrio.dopo due settimane ancora vertigini. 3 settimane più tardi la vista laterale comincia a confondersi al punto da obbligarmi a stare a letto con occhi chiusi. CAmbio otorino ma quest’ultimo mi consiglia semplicemente di riposarmi, guardandomi come se i miei sintomi fossero sciocchi ed insignificanti. Nei mesi di settembre e ottobre compaiono altri episodi di vertigini che cerco di curare con le manovre e con qualche tranquillante perché la mia ansia ha raggiunto stadi patologici.
    Oggi oltre a vertigini, ansia, tristezza, vista laterale confusa ho nuovi sintomi: stato confusionale, fatico a concentrarmi, fatico a mettere a fuoco un testo o lo schermo del cellulare, rigidita’ dalle orecchie alle spalle, dolore alle tempie e Difficoltà a digerire.
    La ringrazio perché questo blog mi sta facendo sentire meno sola.

    Rispondi
  • Avatar
    Francesco Angotti
    15 Novembre 2019 12:57

    buongiorno mi chiamo Francesco e ho 49 anni.
    Da qualche anno soffro di un fastidio (non dolore) persistente e continuo sul lato sx della faccia/testa.
    Quando il fastidio è in forma lieve riesco a condurre una vita normale ma … quando, per motivi diversi, cambio temperatura, stress, lavoro più intenso, ecc. si acutizza e diventa più forte la mia vita diventa un inferno. Non sono lucido, capogiri e vertigini, attacchi d’ansia e panico, vista offuscata e chi più ne ha piu ne metta. Premetto che vivo in qst stato da piu di 15 anni e no riesco a vivere con serenità. Ho fatto i controlli dei piu diversi ma dai risultati strumentali non è emerso niente di significativo al punto di arrivare a pensare che gli esami fossero sbagliati. La cosa che cmq mi da da pensare è che è stata riscontrata un ernia cervicale. Potete aiutarmi? grazie

    Rispondi
    • Marcello Chiapponi
      Marcello Chiapponi
      16 Novembre 2019 06:56

      L’ernia cervicale c’entra poco con il dolore che arriva alla testa e al viso. Molto più probabilmente si tratta di una forma di nevralgia, anche considerando che dura da tantissimo….hai sentito un neurologo e/o provato comunque a fare rieducazione cervicale?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu