Materasso per mal di schiena e cervicalgia: quando è importante e come sceglierlo

Un paio di anni fa ho scritto la prima versione di un articolo, poi costantemente aggiornato, il cui titolo era “Mal di schiena: perchè non è (quasi mai) colpa del materasso“.

Il “succo” dell’articolo è che molto spesso le persone cercano delle “scorciatoie” per evitare ciò che davvero può essere utile a migliorare il loro mal di schiena, ovvero più movimento e più esercizio.

Una di queste “scorciatoie” è sicuramente il cambio del materasso: alla maggior parte delle persone “costa” meno comprare un materasso nuovo piuttosto che mettersi a fare esercizio tutti giorni.

A volte incolpare il materasso appare perfettamente sensato, dato che il mal di schiena si manifesta prevalentemente al mattino: in realtà, ci sono diversi meccanismi che spiegano il dolore mattutino, e li ho illustrati nell’articolo sul dolore articolare al risveglio.

Lungi da me “rinnegare” l’articolo che ho scritto, tuttavia in questi anni ho fatto alcune considerazioni:

  • alcune persone devono comunque cambiare materasso, quindi vale sicuramente la pena sceglierlo bene
  • anche se è solo uno dei tasselli del complesso “puzzle” del mal di schiena, il materasso occupa comunque la sua fetta (quanto sia grande questa fetta varia da persona a persona)
  • persone con situazione di dolore lombare cronico devono spesso curare tutti gli aspetti della loro vita e dei loro movimenti, quindi è giusto che si occupino anche del riposo notturno
  • una piccola fetta di popolazione ha mal di schiena soltanto a causa di un materasso inadeguato. Mi sono sempre rifiutato di pensare che questa ipotesi fosse possibile, ma mi è capitato. Si tratta comunque di una ristretta minoranza, molti meno di quelli che cambiano materasso giusto per evitare di fare movimento ed esercizio

In base a queste considerazioni, ho pensato che fosse utile fare un po’ di chiarezza nel grande mondo dei materassi, ed in particolare dei materassi per chi ha mal di schiena o dolori cervicali (ovvero i miei lettori).

Ecco come ho deciso di affrontare l’argomento.

 

Materasso per mal di schiena e cervicalgia: parliamone con un esperto

Nel decidere come affrontare l’argomento “materasso e mal di schiena o cervicalgia“, ho pensato che la cosa migliore fosse di rivolgermi a chi lavora nell’ambiente quotidianamente.

Gli operatori del settore (fisioterapisti come me, ortopedici, chirurghi) non hanno una formazione specifica sull’argomento, ed è assolutamente difficile da reperire, in quanto la letteratura scientifica è piuttosto “latitante”.

Chi per lavoro vende materassi ha sicuramente una maggiore conoscenza dell’argomento, anche soltanto per un semplice motivo: raccoglie le opinioni dei suoi clienti.

Quando la letteratura scientifica scarseggia, le opinioni dei clienti e le esperienze personali diventano la base principale su cui appoggiarsi.

Ecco perchè ho deciso di scrivere questo articolo in collaborazione con Marco Piccoli, direttore commerciale del Centro Del Materasso.

Prima di iniziare con l’articolo, voglio fare una precisazione importante.

 

Premessa “commerciale” importante, obbligatoria quando si parla di materassi, cuscini & co.

Sono fermamente convinto che il business che ruota attorno ai supporti ortopedici (cuscini cervicali in primis) sia largamente sproporzionato rispetto ai reali benefici che questi supporti possono dare.

In larga parte questo è dovuto alla nostra intrinseca “pigrizia“, di cui parlavo prima: preferiamo spendere soldi per qualcosa piuttosto che impegnarci a cambiare le nostre abitudini.

Tuttavia, è ovvio che non sia “tutto solo business”: la maggior parte delle persone che lavora nell’ambiente come Marco, fornisce ottimi prodotti ed è ben lontano dal fare promesse irrealistiche.

Marco parlerà quindi dei vari tipi di materasso, che sono gli stessi indipendentemente dalle aziende che li producono.

Per ogni tipo di materasso c’è un link di riferimento al prodotto della sua azienda, nel caso ti interessasse: naturalmente, puoi anche cercare lo stesso tipo di materasso altrove.

Ci tengo a sottolineare che da queste segnalazioni non ci guadagno nulla: gli utenti più esperti possono tranquillamente controllare che i link ai prodotti non contengono affiliazioni.

Tutto questo per dire: lo scopo dell’articolo è di aiutare chi vuole cambiare materasso a scegliere un buon prodotto, le “marchette” spudorate le lascio volentieri ad altri.

Ho voluto interpellare un esperto la cui competenza gli ha anche permesso una apparizione in RAI: ecco Marco mentre parla di come scegliere la rete giusta se si soffre di lombalgia.

Detto questo, lascio la parola a Marco!

 

 

Il grande capitolo “materassi e mal di schiena” reso semplice

Sul mercato, ad oggi, esiste una grande varietà di materassi e, purtroppo, accompagnata a questa vasta gamma, anche tanta confusione sui materiali utilizzati e sulla scelta del materasso giusto per ognuno di noi.

In particolare si possono scegliere diverse tipologie di materasso: dal modello più rigido a quello più accogliente, dal più ergonomico al classico.

Cerchiamo insieme di fare un po’ di chiarezza.

Come scegliere il materasso giusto?

Come accennato prima, esistono ormai tantissimi modelli di materassi, diversi tra loro per altezza, materiale, rivestimenti ed imbottitura. Proprio per questo è giusto, per scegliere il materasso adatto, considerare alcuni criteri importanti:

  • il peso e statura della persona che deve usare il materasso sono il punto di partenza per stabilire il grado di rigidità più adeguato;
  • preferenza di rigidità: questo parametro è totalmente soggettivo in quanto dipende dal gusto personale. C’è chi ama dormire sul rigido e chi invece ama essere avvolto dalla morbidezza;
  • modo di dormire: a pancia in giù, di fianco o a pancia in su? Sicuramente per chi dorme di fianco, è necessario un materasso non troppo rigido ma anzi, che accolga la spalla e il fianco.
  • rivestimento sfoderabile e lavabile + presenza di trattamenti antiacaro e antibatterici: questi plus consentono una perfetto igiene e un ambiente sano e libero da impurità .

 

Quali e quanti materassi ci sono?

Il mondo dei materassi è suddivisibile sostanzialmente in 5 categorie :

Molle tradizionali dette molle bonnel:

 

Sono le classiche molle larghe della tradizione , molle in acciaio che, unite tra loro, rendono il materasso più rigido e adatto a sostenere pesi maggiori, quindi persone di corporatura più robusta.

Un materasso a molle tradizionali, per essere considerato un ottimo prodotto, oltre ad avere delle molle resistenti, deve avere anche un’imbottitura realizzata con materiali di qualità e uno spessore tale da isolare il corpo dal contatto diretto con le molle.

Certo é che, si può ben dire, queste molle sono state prese meno in considerazione con l’avvento delle molle indipendenti.

Ecco un esempio:


Se ti interessa questo tipo di materasso, lo trovi qui: https://www.materassostore.it/it/vendita-materassi-lattice/prodotti/molle-tradizionali-1522/materasso-molle-trad-542-standard-24321

 

Molle indipendenti dette anche molle insacchettate:

Sono l’evoluzione della molla tradizionale.

Ogni molla è “indipendente” e, grazie anche alla lavorazione a zone differenziate, si adatta perfettamente alle diverse pressioni esercitate dal corpo; ciò sicuramente garantisce alla colonna vertebrale di assumere una posizione corretta.

Questo materasso è uno dei supporti più performanti e richiesti sul mercato.

Di solito è scelto dalle persone che amano un riposo sostenuto e bilanciato ma non avvolgente.

Ecco un esempio:


Se ti interessa questo tipo di materasso, lo trovi qui: https://www.materassostore.it/it/vendita-materassi-lattice/prodotti/molle-indipendenti-1521/materasso-molle-indipendenti-703-superior-15991

 

Molle indipendenti + memory:

Connubio perfetto per chi ama il sostegno delle molle e l’accoglienza del memory.

E’ la soluzione adatta per chi è indeciso se prendere la strada “molle” o la strada “memory”: si tratta di un ibrido tra le due soluzioni, che garantisce contemporaneamente una buona stabilità pur mantenendo un certo grado di morbidezza.

Ecco un esempio:


Se ti interessa questo materasso, lo trovi qui: https://www.materassostore.it/it/vendita-materassi-lattice/prodotti/molle-indipendenti-1521/materasso-memory-604-deluxe-37742

 

Memory:

Il memory è un materiale termosensibile cioè sensibile al calore: questo permette al materiale di adattarsi perfettamente al corpo offrendo una piacevole sensazione di comfort , di benessere e di rilassamento di tutta la muscolatura.

Inoltre è antidecubito ossia favorisce una buona circolazione del sangue ed evita la formazione di punti di pressione e quindi sensazioni di torpore sul corpo.

I materassi in memory foam sono studiati per adattarsi perfettamente ai diversi pesi e pressioni esercitate dal corpo; garantiscono inoltre un adeguato sostegno alla colonna vertebrale.

E’ consigliato, nei diversi gradi di rigidità, a chi necessita di massimo confort soprattutto nella zona delle spalle e della schiena.

Ecco un esempio:


Se ti interessa questo materasso, clicca qui: https://www.materassostore.it/it/vendita-materassi-lattice/prodotti/memory-e-schiumati-1519/materasso-memory-404-deluxe-11019

 

Lattice:

Questo è uno dei materiali naturali più elastici in natura, che permette al materasso di adattarsi in maniera ottimale al corpo, favorendo un rilassamento totale e garantendo anch’esso una posizione corretta della colonna vertebrale.

Il lattice è un materiale elastico ed indeformabile che riesce a subire grandissime deformazioni senza arrivare a rottura.

Inoltre ha buone caratteristiche di traspirabilità grazie ad una struttura a microcelle comunicanti che permettono un maggior ricambio d’aria.

E’ adatto a chi ama i materiali naturali e cerca un riposo fresco.

Ecco un esempio:


Se ti interessa questo materasso, lo trovi qui: https://www.materassostore.it/it/vendita-materassi-lattice/prodotti/lattice-1520/materasso-lattice-801-premium-38010

 

Ad ogni persona il suo materasso

Non esiste il materasso adatto per tutti ma esiste il materasso adatto ad ognuno di noi in base a come siamo, a come ci piace dormire, a cosa cerchiamo.

Hai mal di schiena e dolori alla cervicale? Hai bisogno sicuramente di un materasso che riesca ad accogliere il tuo corpo.

Il materasso rigido, fortemente consigliato nel passato, non è adatto ad alleviare l’indolenzimento muscolare.

La soluzione consigliata è sicuramente il memory o l’opzione “molle indipendenti + memory” ossia materassi che, con portanza media-morbida riescano ad abbracciare in pieno il tuo corpo e non a respingerlo.

Hai una corporatura robusta e non ami sentirti affossato?Il materasso che fa per te è il materasso a molle indipendenti.

Le molle riescono a garantire un sostegno estremo e una circolazione d’aria ottimale.

Queste particolari molle sono antiaffossamento e quindi garantite nel tempo e adatte per ogni tipo di corporatura, anche la più robusta.

Molle tradizionali e lattice sono andati sempre più in disuso e sostituiti rispettivamente da molle indipendenti e memory.

Il lattice, con la sua elasticità offre morbidezza ma una morbidezza non adatta a tutti i pesi corporei.

Le molle tradizionali invece offro un supporto meno bilanciato delle molle insacchettate.

In ogni caso il materiale più consigliato per una corretta postura e per prevenire e alleviare i punti di pressione è il memory, sia che sia su una base schiumata sia che sia su una base di molle indipendenti.

Il memory fa sì che non sia la persona a doversi adeguare al materasso ma sia il materasso ad adeguarsi al corpo della persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Logo MDS - Mal di schiena passo passo

Se soffri di problemi alla schiena, qui c'è tutto quello che ti occorre

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per migliorare al massimo il mal di schiena

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.