Sintomi da cervicale: la nausea

gonfiore e dolore addominaleSicuramente non una bella sensazione: anzichè alzarti con l’acquolina in bocca per la colazione che ti attende, senti che piuttosto ti viene da vomitare.

Dato che persiste durante la giornata cominci a pensare di essere incinta, ma la folta barba che hai sotto il mento ti fa pensare che sia una ipotesi poco probabile.

Una delle più comuni cause di nausea (senza vomito nella maggior parte dei casi) è il disturbo cervicale.

La nausea è un sintomo molto comune nel disturbo cervicale, sopratutto dopo un colpo di frusta, ma si presenta anche se non ci sono stati particolari traumi.

A volte si accompagna a sudorazione ed abbassamento di pressione: di conseguenza il soggetto ha una sensazione di mancamento, arrivando in rari casi a perdere i sensi transitoriamente.

In questo articolo ti spiegherò perchè tutto questo può accadere, e cosa fare per risolvere il sintomo.

 


Indice dell’articolo


 

Perchè i problemi cervicali ci possono provocare nausea?

I motivi per cui i disturbi cervicali possono provocare nausea sono fondamentalmente due:

  • eccessiva stimolazione del Nervo Vago
  • sviluppo di rigidità ed infiammazione a livello delle articolazioni tra una vertebra e l’altra

Vediamo rapidamente come si può arrivare ad avere nausea, e successivamente ti spiegherò cosa fare.

 

#1 Eccessiva stimolazione del Nervo Vago

All’interno della muscolatura cervicale passa un importante nervo chiamato Nervo Vago.

Il Nervo Vago è implicato in una serie di funzioni metaboliche e viscerali: la sua stimolazione abbassa il battito cardiaco, riduce la pressione, favorisce la vascolarizzazione viscerale…

Le sue funzionalità ed i potenziali problemi ad esso associato sono molto importanti, per questo ne ho scritto un articolo.

Quando la muscolatura del collo è molto contratta, può avvenire una iper stimolazione del Nervo Vago: questa iper stimolazione, che per l’organismo non è fisiologica, conduce alla sudorazione ed alla nausea.

La nausea è sicuramente il principale sintomo di un cattivo funzionamento del Nervo Vago, che risulta eccessivamente attivo.

 

#2 Rigidità ed infiammazione a livello delle articolazioni cervicali

Le vertebre si muovono una sull’altra grazie al famosissimo disco intervertebrale (quello dell’ernia, per intenderci), ma anche grazie ad altri “punti di contatto” chiamati articolazioni intervertebrali.

Le articolazioni del collo hanno una funzione particolarmente importante: devono informare il cervello della posizione in cui si trova la testa.

All’ “interno” della testa ci sono altri informatori MOLTO importanti sulla nostra posizione, come l’orecchio interno e l’occhio.

In condizioni normali, tutti e 3 danno al cervello le stesse informazioni, e tutto va bene.

Se si sviluppa una sofferenza o una infiammazione a livello di queste articolazioni, il segnale risulterà “distorto”, e non sarà più coordinato con quello degli altri due.

Risultato? Nausea come se fossi sulle montagne russe!

 

Che esami si possono fare

Purtroppo non esiste un esame che garantisca al 100% che la nausea che avverti provenga da disturbi cervicali.

Il fatto di avere una cervicale “disastrata” nelle lastre o nelle risonanze non è sufficiente: occorre cercare di migliorare lo stato dei muscoli cervicali e vedere se questo si accompagna a miglioramento dei sintomi.

Tuttavia una buona indicazione può arrivare da un parametro chiamato variabilità cardiaca, che ad oggi è il miglior strumento che abbiamo per valutare il Nervo Vago.

Rilevando la variabilità cardiaca con un apparecchio apposito (PPG Stress Flow, te ne parlo tra poco) è possibile vedere se la persona ha uno stato di iper-attività del Nervo Vago.

Che rimedi ci sono per la nausea cervicale

Fondamentalmente, devi distinguere due grandi categorie di rimedi.

La prima categoria è quella dei rimedi istantanei, cioè cosa fare quando hai la crisi.

La seconda categoria è quella dei rimedi per risolvere il problema alla radice, cioè per far si che la crisi non si presenti.

Scontato dire che a mio avviso i secondi sono mooolto più interessanti ed importanti.

#1 Rimedi durante la crisi di nausea

Durante la crisi, l’unica cosa da fare è evitare le stimolazioni del tratto cervicale, assumendo una posizione di riposo.

È ovvio che se sei in giro o al lavoro, non è che ci si possa sdraiare davanti ai clienti o al capufficio: la posizione di riposo la puoi assumere anche grazie ad un collare morbido.

Un collare morbido riduce la nausea velocemente nell’ 80% dei casi: ti basta un modello come quello dell’immagine qui sotto.

Un altro possibile rimedio? Lo stesso che si usa per il mal d’auto!

Lo zenzero, oltre alle note proprietà anti infiammatorie, ha una potente azione anti nausea.

Queste gomme da masticare allo zenzero possono essere un toccasana: per di più, sono anche buone!

#2 Rimedi per risolvere il problema alla radice

Per risolvere il problema alla radice, devi “semplicemente” migliorare lo stato delle tue vertebre e dei i tuoi muscoli cervicali.

Il modo migliore per farlo è sicuramente tramite esercizi specifici: tutte le più attuali ricerche (vedi linee guida 2017 del Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy) hanno dimostrato che non esiste trattamento che eguagli l’esercizio eseguito su base costante.

Naturalmente esistono tanti possibili esercizi che si possono fare, ma ce ne sono alcuni particolarmente utili su problemi legati al Nervo Vago.

L’esercizio del video qui sotto è un ottimo inizio, perchè distende uno dei muscoli più critici, ovverosia il trapezio.

Nel video illustro l’esercizio in riferimento al sintomo cefalea ed emicrania: dato che i meccanismi che legano questi due sintomi sono simili (ed infatti sono spesso concomitanti), l’esercizio è ovviamente lo stesso.

 

Il mio approccio al problema

Quando mi capita qualcuno che riferisce come sintomo principale la nausea, capire se può essere un problema legato al tratto cervicale è piuttosto semplice, visto che:

  • movimenti anche non troppo rapidi del collo effettuati ad occhi chiusi gli provocano il sintomo
  • presenta dei risultati piuttosto “sballati” a livello dell’esame PPG Stress Flow, che misura la variabilità cardiaca

Puoi scoprire tutti i dettagli della mia valutazione del tratto cervicale alla pagina Esempio di Visita per Disturbo Cervicale.

Se ho il più che fondato sospetto che il tratto cervicale possa essere il problema, sono due le cose che si possono fare:

  1. esercizi specifici, come quello che hai visto o come quelli del mio manuale sul Nervo Vago
  2. trattamenti per accelerare la risoluzione del problema, come il trattamento manuale, che però utilizzo in una minoranza dei casi

Per capire come funziona, visita l’apposita pagina!

Conclusione

La nausea è sicuramente un sintomo molto fastidioso, ma se parliamo di nausea legata a disturbi cervicali, è anche uno dei più risolvibili.

Le tecniche che hai visto in questo articolo sono particolarmente mirate al problema, ma va considerato che spesso la nausea è solo UNO dei sintomi cervicali che puoi avvertire.

Se hai un problema cervicale che ti dà parecchi altri disturbi, sei comunque nel posto giusto, dato che questo sito è quello più ricco di informazioni in Italia su questo problema.

Ecco due link che possono fare al caso tuo:

Scarica la DEMO GRATUITA cliccando sull’immagine qui sotto!

Rimedi nausea da cervicale

Scopri come migliorare il tuo dolore cervicale, riducendo il mal di testa, le vertigini e gli sbandamenti.

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per ridurre al massimo il dolore cervicale

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Vuoi ricevere consigli gratuiti mirati sul tuo caso? Fai il TEST!