Perdita della fisiologica lordosi cervicale: i 3 esercizi più efficaci

Chi soffre di disturbo cervicale ed ha fatto qualche accertamento radiologico (anche una semplice lastra), può essere andato incontro ad una diagnosi di “perdita della fisiologica lordosi cervicale”, detta anche “rettilineizzazione del rachide cervicale“.

In questo breve articolo voglio illustrarti gli esercizi più efficaci se ti hanno riscontrato questo problema, anche se chiamarlo “problema” non è propriamente corretto.

Già, perchè la cervicale rettilineizzata è riscontrabile nel 30% della popolazione SENZA ALCUN SINTOMO.

Ne ho parlato approfonditamente nell’ articolo “come curare la perdita della fisiologica lordosi cervicale”: leggilo se vuoi approfondire la tematica, qui invece ci concentreremo sugli esercizi.

Sarà proprio questo atteggiamento della colonna la causa dei sintomi cervicali?

Vediamolo velocemente, poi passiamo subito agli esercizi.

 

PS Questi esercizi sono presi dalla mia guida completa Cervicale STOP!

Cervicale STOP! è l’unica guida in italiano che ti permette di scegliere le tecniche più adatte al tuo caso, grazie ad una serie di TEST!

Scopri la guida cliccando sull’immagine qui sotto!

Cos’è la perdita della fisiologica lordosi cervicale e cosa la causa

Se vista di profilo, una colonna cervicale “normale” è leggermente curva in avanti: questa curva si chiama, per l’appunto, lordosi cervicale.

In alcune persone, questa curva non c’è: vista di profilo, la colonna è perfettamente dritta.

In altre persone, la curva è addirittura invertita: in questo caso si parla ci “cifotizzazione” o “tendenza alla cifosi cervicale”.

La cosa IMPORTANTE che devi sapere è che la perdita della lordosi è la CONSEGUENZA ( e non la CAUSA) di uno stato di forte contrattura muscolare.

È riscontrabile spesso a seguito di un colpo di frusta, proprio perchè i muscoli sono fortemente contratti e irritati.

Per farti un esempio pratico: se ti fa male un braccio, istintivamente lo tieni piegato e raccolto sul fianco. Questa “postura” del braccio ti fa sentire meno dolore, ovviamente.

Se in quel momento ti facessero una radiografia, scriverebbero: “atteggiamento in flessione del braccio”.

Logicamente, stai tenendo il braccio in quella posizione perchè ti fa male…..a nessuno verrebbe in mente di dire il contrario, cioè che il braccio ti fa male perchè lo tieni piegato!

Ecco, credo che questo esempio renda bene l’idea. Se ti hanno riscontrato la perdita della lordosi, le cose fondamentali da sapere sono:

  • non preoccuparti, ce l’ha il 30% della popolazione sana. Per molti è solo la conformazione della loro colonna
  • è più che altro una conseguenza della forte rigidità muscolare

I sintomi che avverti sono quindi più legati all’infiammazione ed alla contrattura muscolare, più che alla perdita della lordosi in sè e per se.

 

Quali sintomi si avvertono in caso di perdita della lordosi cervicale

Torno a ripetere: i sintomi non sono dovuti strettamente alla rettilineizzazione. 

Tuttavia, se te l’hanno riscontrata, è molto probabile che i tuoi muscoli versino in uno stato di forte rigidità ed infiammazione.

Quando si ha un forte rigidità ed infiammazione cervicale, possono comparire diversi sintomi come:

  • dolore nei movimenti del collo
  • pesantezza della testa
  • nausea
  • cefalea ed emicrania
  • disturbo non ben definito della vista
  • vertigini e/o sbandamenti
  • difficoltà a concentrarsi

Se vuoi approfondire cause e sintomi del problema cervicale, ti consiglio sicuramente di consultare la pagina “introduzione al disturbo cervicale”.

Ora ci concentriamo sugli esercizi che possono esserti più utili

 

Quali esercizi fare in caso di perdita della lordosi cervicale

È possibile recuperare la fisiologica lordosi tramite esercizi appositi?

Un recente studio indica di si: gli esercizi mirati di rinforzo muscolare possono migliorare la curvatura del rachide cervicale.

Se però hai seguito il mio discorso, avrai capito che il recupero della curva non è indispensabile.

Si può stare benissimo anche con la cervicale rettilineizzata: l’importante è che i tuoi muscoli lavorino bene.

Ecco tre efficacissimi esercizi presi dalla mia guida Cervicale STOP!: si tratta di esercizi non molto comuni, in quanto puntano sul rinforzo muscolare (mentre il 90% degli esercizi che si fanno per il collo sono di stretching)

Per garantire alla tua cervicale un benessere completo, potresti integrare questi esercizi con quelli di rilassamento e con le altre tecniche di cui ho parlato sia nella mia guida sia in tutti gli articoli di L’Altra Riabilitazione.it dedicati al disturbo cervicale.

 

Esercizio #1: il sollevamento isometrico della testa

Questo esercizio rinforza i muscoli scaleni e flessori del capo, spesso indeboliti e contratti (magari a seguito di un colpo di frusta).

Se non riesci neanche a sollevare la testa, o se hai una autonomia di soli 5-6 secondi, consiglio di partire con la testa e le spalle su un piano inclinato, come se fossi su una sdraio.

Più la testa e le spalle sono più in alto rispetto al bacino, più l’esercizio diventa facile: organizzati un piano inclinato e poi scendi di mano in mano che migliori.

 

Esercizio #2 rinforzo isometrico dei muscoli posteriori

Questo è uno degli esercizi più studiati per il recupero della fisiologica lordosi cervicale.

Si può fare con le sole mani, ma trovo molto utile l’utilizzo di un elastico, meglio ancora se uno di quelli chiamati “loop band” (la nera è quella a mio avviso con la resistenza ideale).

 

Esercizio #3 rinforzo dei trapezi a pancia in giù

Adoro questo esercizio. Mette in difficoltà anche persone che fanno body building da anni, semplicemente perchè recluta muscoli che spesso sono indeboliti da vari fattori posturali.

 

Conclusione

Spero che sia chiaro il concetto, perchè ci tengo davvero tanto: non romperti la testa sul “ho questi sintomi perchè mi hanno trovato la rettilineizzazione della curvatura cervicale”.

Può essere la normale forma della tua colonna, o può essere la conseguenza di uno stato di forte contrattura muscolare mantenuta per molto tempo.

Come potrai leggere alla pagina “introduzione al disturbo cervicale”, o nella mia guida Cervicale STOP!, le cause possono essere davvero tantissime, ma spesso non è necessario trovarle tutte.

Gli esercizi che ti ho indicato sono una ottima base di partenza per raggiungere un ottimo stato di salute della tua colonna cervicale.

Se ti interessa un piano di riabilitazione mirato, basato sulle caratteristiche del tuo disturbo, consulta la mia guida Cervicale STOP!: grazie ad una serie di TEST, metterà in luce i punti più critici della tua postura, del tuo metabolismo e del tuo stile di vita in generale.

Scopri la guida cliccando sull’immagine qui sotto!

16 commenti

    • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi
        • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi
    • Marcello Chiapponi

Lascia una risposta