Vuoi un'analisi completa del tuo disturbo in meno di 10 minuti per scoprire i possibili rimedi? Prova il TEST gratuito!
Voglio provare il TEST!
Perdita della lordosi cervicale: sintomi e rimedi

Curare la perdita della fisiologica lordosi cervicale

La rettilineizzazione del rachide cervicale (o perdita della fisiologica lordosi cervicale) , è un evento molto comune nelle fasi acute o post acute di un colpo di frusta ( distorsione del rachide cervicale).

Tuttavia, la si può riscontrare spesso anche in chi non ha mai avuto alcun  trauma cervicale: in questo articolo ti spiegherò tutto quello che devi sapere per liberarti dei sintomi associati a questo fastidioso problema.

“Perdita della fisiologica lordosi” significa che la porzione cervicale della colonna non ha piú la sua naturale curvatura in avanti, ma è diventata dritta: niente panico, non si tratta  di qualcosa di grave, anche se i sintomi che hai possono essere forti.

 

 

La perdita della lordosi cervicale non è la causa dei sintomi. La causa risiede nella infiammazione di vertebre e muscoli.

Fai questo test sui sintomi dell’infiammazione cervicale!

powered by Typeform

 

<hr />

 

 



Perchè il tuo rachide cervicale si può essere rettilineizzato

Ora ti spiegherò come mai le vertebre cervicali possono perdere il normale allineamento: successivamente ti spiegherò sia come approccio questo problema con i miei pazienti, sia cosa puoi fare da subito.

Quando vedo una rettilineizzazione del rachide cervicale, senza trauma recente, le ipotesi possono essere due.

  • C’è stato un trauma in passato: questo trauma può essere stato talmente forte da aver lasciato come conseguenza questo “cambio di postura”
  • Il rachide è rettilineizzato per un altro motivo: la colonna vertebrale non lavora “a segmenti”, ma in armonia tra le sue diverse parti (cervicale, dorsale, lombare). Un problema nella parte dorsale o lombare può aver “chiesto aiuto” al tratto cervicale, il quale ha risposto cambiando postura.

Devi preoccuparti del fatto di aver perso la curvatura cervicale? Assolutamente no.

E’ questa la causa dei tuoi disturbi? Estremamente improbabile, per due semplicissimi motivi.

Primo: diversi studi hanno dimostrato che la perdita della lordosi cervicale è riscontrabile nel 30 percento delle persone…..senza alcun mal di collo!

Risulta quindi evidente come di per sè non basti avere il collo rettilineizzato per giustificare i sintomi cervicali.

Potrebbe semplicemente trattarsi della conformazione congenita della tua colonna vertebrale.

 

Secondo: è un fenomeno a valle, non a monte.

Mi spiego meglio: soggetti che avevano una normale lordosi possono perderla,come abbiamo visto, a seguito di un colpo di frusta.

In questo caso, è la contrazione “protettiva” dei muscoli cervicali a fare assumere al collo questa posizione, ed il dolore non arriva dalle vertebre rettilineizzate, ma dai muscoli.

Quindi è la contrazione dei muscoli che raddrizza il collo, non il collo dritto che fa irrigidire la muscolatura.

L’esperienza dice: se un soggetto con cervicale rettilineizzata effettua degli interventi per rilassare i muscoli cervicali, noterà riduzione del dolore, ma molto probabilmente la sua lastra mostrerà ancora le vertebre rettilineizzate.

Insistendo sul lavoro rieducativo (come quello che ti illustrerò tra poco) potrà anche recuperare la fisiologica lordosi (come è stato dimostrato in uno studio del 2017).

Che sintomi puoi avvertire (e perché li avverti)

Come hai appena capito, la perdita della lordosi è più una “conseguenza” che una “causa“, e non necessariamente si accompagna a particolari problemi.

Detto questo, le persone che ce l’hanno lamentano spesso fastidiosi sintomi. Come mai?

Semplice: la loro colonna cervicale è “troppo dritta” a causa di forti tensioni e contratture muscolari, e sono proprio queste ultime a provocare i sintomi.

Le stesse contratture e tensioni muscolari che hanno provocato la perdita della lordosi provocano anche:

Tutto chiaro? Il nostro “nemico” sono le contratture muscolari, non la “colonna troppo dritta“.

Ora ti illustrerò il mio approccio al problema, e subito dopo come puoi cominciare a curarti immediatamente.

 

Il mio approccio terapeutico

Approccio terapeutico alla perdita della lordosi cervicale

Avrai quindi capito che non devi “romperti la testa” sul fatto di avere la rettilineizzazione del tratto cervicale: tuttavia, se sei arrivato qui, è perchè hai dei sintomi dei quali vuoi liberarti.

Quando nel mio studio vedo una cervicale rettilineizzata, cerco prima di tutto di capire in che situazione si trova: collo dritto da trauma o per altri motivi?

Per capirlo, utilizzo la procedura che descrivo alla pagina Esempio di Visita per problema cervicale.

Nel caso di traumi cervicali  con conseguenze a lungo termine la tecnica migliore è sicuramente Cervical system, un sistema terapeutico ad altissima efficacia e rapidità d’azione, che permette di eliminare velocemente le rigidità responsabili dell’atteggiamento di rettilineizzazione.

Clicca su Cervical System per saperne di più su questa tecnica.

Se non c’è stato trauma, bisogna agire a seconda di quale si è dimostrato essere il problema.

Ad esempio, capita relativamente di frequente che il collo soffra (e quindi cambi postura) per colpa di una colonna lombare rigida, per esempio a seguito di un trauma vertebrale o di un’ernia al disco.

In quel caso occorrerà agire su ambo i fronti: la “vittima” (il tratto cervicale) ed il “carnefice” (il tratto lombare).

In questo modo saremo sicuri di avere ricostruito un “impianto” ben funzionante e destinato a durare nel tempo.

Per maggiori informazioni su questo tipo di problema o per risolverlo insieme , clicca sulla pagina contatti, oppure compila direttamente il form qui sotto.

Niente paura, rispondo sempre entro 24 ore!

[button_2 align=”center” href=”#1″]VAI AL FORM DI CONTATTO[/button_2]

Un semplice esperimento per capire la rettilineizzazione cervicale

Esperimento rettilineizzazione cervicale

Appoggia uno sgabello al muro e siediti: prova a metterti con la schiena ben contro alla parete, con i piedi uniti.

Ora prova a schiacciare la zona lombare contro il muro, come se avessi una pallina di spugna dietro alla schiena da appiattire.

Vedrai che per appiattire il piú possibile la lordosi lombare contro il muro inarcherai, poco o tanto, il collo.

Il contrario succederà se tenterai di appiattire il collo, come a voler “crescere” con la testa scorrendo contro il muro.

Inesorabilmente la bassa schiena si inarcherà.

Questo semplice esempio permette di capire il collegamento tra le varie parti della colonna, motivo per cui non bisogna fermarsi alla valutazione del rachide cervicale in caso di perdita della fisiologica lordosi.

Come risolvere subito i sintomi della rettilineizzazione (o meglio, del disturbo cervicale)

Giunti quasi alla fine, spero proprio che ti sia ben chiaro:

  • che la perdita della fisiologica lordosi non è una causa, ma una conseguenza
  • che avercela non è strettamente correlato ai sintomi, ce l’hanno anche persone senza alcun problema
  • che può essere la tua forma “congenita” della colonna
  • che devi concentrarti sul ridurre le tensioni e le contratture muscolari

Per ridurre le tensioni e le contratture muscolari, la terapia migliore è un piano di esercizi ben studiato.

Mi spiace, ma non ci sono manipolazioni, farmaci o applicazioni che possano essere considerate una cura a lungo termine: tutt’al più possono darti un beneficio temporaneo (importantissimo, per carità!).

Fare esercizio richiede un minimo (ma proprio minimo,dai) impegno, ma nel tempo dà risultati superiori  a qualsiasi terapia, come dimostrano  moltissimi studi .

Ecco quindi due modi per iniziare subito a ri-educare i tuoi muscoli.

#1 utilizza il materiale gratuito su L’Altra Riabilitazione

L’Altra Riabilitazione è un sito pieno di materiale sul disturbo cervicale, quindi hai solo l’imbarazzo della scelta.

In questa pagina illustro dei mini-protocolli per vari tipi di disturbo: puoi quindi utilizzare gli esercizi dedicati al rachide cervicale.

Sono esercizi “generici”, ma ti potranno essere molto utili.

In questo video invece, illustro un esercizio mirato per la lordosi rettilineizzata.

#2 utilizza la mia guida Cervicale STOP!

La mia video guida Cervicale STOP! è il prodotto che più ti può aiutare a risolvere i problemi legati a perdita della lordosi e contratture muscolari cervicali.

NOVITÀ: nell’ultimo aggiornamento della guida, ho preparato un protocollo specifico passo dopo passo proprio per il ripristino della lordosi cervicale.

Utilizzare il protocollo non è indispensabile: Cervicale STOP! ti permetterà infatti di costruire il TUO protocollo personalizzato tramite una serie di TEST.

Cervicale STOP! ti proporrà dei TEST per capire se il tuo sia solo un problema legato a “postura & co.” oppure se ci siano altre cause importanti come il metabolismo o lo stress emotivo.

Capire se queste cause siano importanti per te è piuttosto semplice: quando hai problemi di metabolismo o di stress nervoso, avverti anche altri sintomi e problemi tipici, oltre che al dolore cervicale.

Successivamente, Cervicale STOP! ti permetterà di individuare gli esercizi più adatti al tuo caso, tramite una procedura mirata.

In questo modo, avrai un piano preciso per affrontare tutte le componenti che ti causano contrattura muscolare e conseguente rettilineizzazione:

  • gli esercizi più adatti alle tue caratteristiche
  • lo schema alimentare ideale (se necessario)
  • le migliori tecniche per ridurre lo stress emotivo

Non aspettare un minuto di più: ogni giorno che trascorri senza aver rimesso la tua cervicale “sul giusto binario”, è un giorno di benessere perduto.

Scopri Cervicale STOP! cliccando sull’immagine qui sotto!

PS: non aver paura di “non capire” o “non essere costante”. Insieme alla guida, avrai la possibilità di confrontarti con altri utenti e ricevere assistenza da parte mia tramite il gruppo di discussione dedicato.

Oppure clicca QUI per vedere alcuni esempi di casi risolti grazie alle strategie di Cervicale STOP!

Perdita della lordosi cervicale fisiologica

 

, , ,
Articolo precedente
Il cuscino cervicale funziona davvero?
Articolo successivo
Sinusite, cervicale e cefalea: esiste un collegamento?

Post correlati

Menu