Metereopatia: perchè quando cambia il tempo hai dolori a collo e schiena 

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Fisioterapista, trainer e responsabile del sito

SCOPRI CHI SONO

Ultimo aggiornamento il 30 Ottobre 2016 di Marcello Chiapponi

Una delle frasi che più ricorre negli studi di fisioterapia come il mio è: “oggi ho particolarmente dolore, sicuramente è colpa del tempo!”.

Ma…davvero il clima ha questo effetto così forte sulla nostra schiena, sul nostro collo e sulle nostre articolazioni?

A sentir parlare i pazienti, sembrerebbe proprio di si.

In effetti, se tutti ne parlano, un motivo ci sarà: la metereopatia, cioè la comparsa di sintomi in concomitanza con le variazioni del clima, è un problema comune e molto diffuso.

COS’È LA METEREOPATIA E PERCHÈ NE SOFFRIAMO

In termini pratici, “metereopatia” significa avvertire disturbi in concomitanza con i cambiamenti del clima.

Qualcuno soffre quando da clima secco si passa a clima umido (frequente), qualcun’altro ha una specie di “barometro interno” per quando sta per arrivare la pioggia.

Ad alcuni, eventi atmosferici come il vento o la neve provocano disturbi molto forti.

PERCHÈ QUANDO CAMBIA IL TEMPO ALCUNE OSSA CI FANNO MALE

osso

Una cosa importante, sulla quale forse non hai riflettuto: perchè quando cambia il meteo ti fa male solo in una determinata zona? In fondo, il meteo cambia per tutto il corpo!

Nella maggior parte dei casi, chi ha disturbi con il cambiamento del tempo, li ha in zone già “deboli”: l’arto fratturato tempo prima, la zona di un vecchio intervento chirurgico, oppure il tratto cervicale o la bassa schiena, statisticamente problematici un po’ per tutti.

Una possibile spiegazione per questo fenomeno è la seguente: la pressione atmosferica ed altri eventi legati al clima influenzano notevolmente gli equilibri dei nostri liquidi corporei, sopratutto dell’acqua.

Nelle zone dove non c’è nessun problema, la variazione di pressione atmosferica non provoca cambiamenti o disturbi: i tessuti sani sono caratterizzati da un buon equilibrio tra liquidi intra e liquidi extra cellulari, e non soffrono per piccole variazioni.

Le zone già colpite da qualche evento avverso sono invece caratterizzate da un aumento dei liquidi extracellulari: ecco che qui le variazioni di pressione sono poco tollerate, e di conseguenza si genera uno stato infiammatorio quando cambia il clima.

Chi ha dolori diffusi quando cambia il tempo ha probabilmente una situazione di abbondanti liquidi extracellulari in tutto il corpo: questa situazione indica uno stress metabolico generalizzato, ed è rilevabile con grande precisione da un esame tissutale come la BIA ACC, che infatti inserisco sempre nel mio protocollo di valutazione.

COSA SI PUO’ FARE PER LA METEREOPATIA

buone-abitudini

#1 esercizi specifici per la zona più interessata

Fare esercizio, sia di mobilità (stretching) che di rinforzo, riduce i liquidi extracellulari.

Di conseguenza, fare esercizi di rinforzo e stretching dell’area più sensibile alle variazioni meteo può rivelarsi un’ottima idea.

Se vuoi qualche suggerimento riguardo agli esercizi per un’area specifica, vai alla pagina “Che disturbi avverti?

# 2 esercizi posturali generali

Sopratutto se rientri in quella categoria di persone che con il cambiamento del tempo “hanno male dappertutto”, trarrai molto beneficio dal lavorare sui muscoli posturali in toto.

Muscoli posturali più distesi si tradurranno in maggiore flessibilità ma sopratutto in minore “problematicità” della tua massa muscolare, che sarà meno in balia delle variazioni meteo.

Non sai da dove cominciare? Scarica il mio manuale gratuito “Migliora La Postura”!

Clicca sull’immagine qui sotto!

ad-freebie-posturale1

# 3 BIA ACC e lavoro sul metabolismo

Se conosci un professionista che utilizzi questo tipo di esame (se sei delle zone di Milano o Piacenza, contattami!), cerca di fare una analisi della composizione corporea BIA per verificare il tuo livello di liquidi extracellulari.

Se è alto, puoi seguire una dieta circadiana ed anti infiammatoria per abbassarlo: noterai ben presto anche miglioramenti a livello dei muscoli.

Non hai un operatore a disposizione? Non ti preoccupare.

Come ti dicevo, i liquidi extracellulari aumentano quando il corpo va in stress metabolico, che spesso va a braccetto con lo stress emotivo.

Ma se il tuo corpo è in stress metabolico, probabilmente avrà anche altri sintomi: individuandoli, potrai supporre di avere i liquidi extracellulari alti, e quindi di poter beneficiare della dieta circadiana e anti infiammatoria.

Di quali sintomi sto parlando? Naturalmente, di quelli elencati nel test di autovalutazione di L’Altra Riabilitazione!

È gratuito per gli iscritti alla newsletter, ma non ti preoccupare: ci vuole una frazione di secondo e non comporta alcuna invasione di messaggi pubblicitari.

Vuoi provare? Clicca QUI!

CONCLUSIONE

La metereopatia esiste, e per alcuni è anche un bel problema.

Ancora, ti invito a riflettere su una cosa: se il problema fosse al 100% il clima, ad ogni cambiamento sentiresti male ovunque.

Invece, nella maggior parte dei casi, avverti il problema in un’area dove c’è già debolezza, ad esempio il tratto cervicale, nel quale è frequente avere troppa rigidità muscolare.

Di conseguenza, lavorando per migliorare i tuoi “punti deboli” potrai diminuire notevolmente la loro sensibilità alle variazioni meteo.

Per qualsiasi informazione o consiglio tu abbia bisogno, non esitare a contattarmi!

Questo articolo ti è piaciuto e ritieni di avere qualche amico metereopatico? Allora condividilo su Facebook cliccando sul pulsante qui sotto!

fb-condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Logo MDS - Mal di schiena passo passo

Se soffri di problemi alla schiena, qui c'è tutto quello che ti occorre

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per migliorare al massimo il mal di schiena

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Gli articoli più letti

La tua cervicale è infiammata ? 5 sintomi che te lo dicono (e cosa farci)

Dolore all’inguine destro o sinistro: scopri le cause, i sintomi e rimedi

Dolore alla bassa schiena che prende le gambe: ecco perchè e cosa fare

Dolore alla schiena sul lato destro o sinistro: da dove viene e cosa fare

Dolore al braccio e alla spalla: ecco cosa lo causa e come risolverlo

Mal di schiena: quando la causa è in realtà nell’intestino (irritato)

Artrosi all’anca: i vari tipi di sintomi(perchè si avvertono e come rimediare)

Sensazione di bruciore alla schiena: ecco perchè la avverti e cosa ci puoi fare

Vertigini e giramenti di testa: quando il problema è cervicale (guida completa)

Cosa fare per il mal di schiena da ernia del disco L4-L5 o L5-S1

Dolore anteriore della coscia: possibili cause, soluzioni ed esercizi specifici

Cervicale infiammata: 4 semplici rimedi per i dolori cervicali

Infiammazione nervo sciatico: rimedi ed esercizi

Discopatia L5-S1 (o protrusione discale L5-S1): sintomi ed esercizi

Mal di schiena zona lombare: cosa lo causa e come curarlo con esercizi mirati

Dorsalgia e dolore in zona scapole: guida completa per migliorarli

Esercizi per ileo psoas: il muscolo che infiamma schiena e anca

Dolore in fondo alla schiena: a cosa è dovuto e come liberarsene con 3 semplici esercizi

Mal di testa lato destro o sinistro: quando la causa è cervicale