L'Altra Riabilitazione

Polpaccio contratto: problemi al ginocchio e fascite

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Fisioterapista e trainer con oltre 20 anni di esperienza nonché fondatore di L'Altra Riabilitazione. Negli anni, i contenuti da me realizzati sono stati fruiti da oltre 1 milione di persone e il mio canale YouTube di settore ha ottenuto il traguardo dei 500 mila iscritti e delle 65 milioni di visualizzazioni.

SCOPRI CHI SONO
Data di creazione: 6 Ottobre 2023

Data di aggiornamento: 12 Ottobre 2023

 

Hai mai riflettuto sulla stretta connessione tra la rigidità dei tuoi muscoli del polpaccio, il tendine d’Achille e la salute dei tuoi piedi e ginocchia?

La mia esperienza personale e professionale, maturata in oltre 20 anni di attività come fisioterapista, mi ha portato a esplorare in profondità questa relazione.

Ho aiutato innumerevoli persone a risolvere problematiche muscoloscheletriche, e ho condiviso le mie conoscenze attraverso lezioni e consigli online.

In questo articolo cercheremo di scavare più a fondo perché il polpaccio possa causare problemi al ginocchio e fascite.

 

Il legame tra polpaccio, tendine d’Achille e ginocchia

I muscoli del polpaccio, in particolare il soleo e il gastrocnemio, e il tendine d’Achille giocano un ruolo cruciale nella biomeccanica del nostro corpo.

Il gastrocnemio inizia sopra il ginocchio e si estende fino al calcagno, terminando nel tendine d’Achille. Questi muscoli aiutano a piegare il ginocchio.

Quando sono eccessivamente contratti, il ginocchio assume una postura flessa. Tuttavia, non possiamo camminare con il ginocchio costantemente piegato.

Di conseguenza, i muscoli anteriori, come il quadricipite e il retto femorale, devono lavorare di più per mantenere il ginocchio esteso.

Questo squilibrio muscolare può aumentare la pressione sulla cartilagine del ginocchio, portando a problemi come la condropatia.

 

Il collegamento tra polpaccio, tendine d’Achielle e piede

Il tendine d’Achille si collega al calcagno e prosegue nella fascia plantare, attaccandosi ai metatarsi.

Un’eccessiva rigidità nei muscoli del polpaccio e nel tendine d’Achille può causare tensione nella fascia plantare, creando un ambiente propizio per le infiammazioni, come la fascite plantare.

Questa tensione e rigidità possono diventare un terreno fertile per le infiammazioni, portando a dolori e disagi.

 

Le cause di contrattura

Ci sono molteplici ragioni per cui il polpaccio e il tendine d’Achille possono diventare rigidi.

L’uso prolungato di scarpe con tacchi alti può causare un accorciamento di questi muscoli.

Anche traumi o interventi chirurgici alla caviglia o al tendine d’Achille possono contribuire alla rigidità.

Inoltre, la tensione accumulata nella catena muscolare posteriore dell’arto inferiore può influenzare la rigidità del polpaccio. Ad esempio, se si è rigidi in generale, il punto finale della catena, come il polpaccio, assorbe la maggior parte della tensione.

 

Test ed esercizi

Per valutare la rigidità del polpaccio e del tendine d’Achille, puoi provare i seguenti test ed esercizi qui elencati sia sotto forma di video che testuale:

 

  • Test del tallone sollevato: Osserva se, quando sei seduto, tendi a sollevare i talloni. Questo può indicare una contrattura del polpaccio.
  • Test dello scalino: Salendo su uno scalino e lasciando cadere il tallone fuori, puoi valutare l’estensione dell’allungamento del polpaccio. Se già un leggero allungamento dà fastidio, è probabile che il polpaccio sia contratto.
  • Esercizio del tendine d’Achille: Sali su uno scalino e lascia cadere il tallone fuori. Piega leggermente il ginocchio, mantenendo il tallone basso. Mantieni una leggera sensazione di allungamento per 45-60 secondi, poi cambia piede.

 

Come risolvere i dolori a ginocchio e fascite

La cura dei muscoli del polpaccio e del tendine d’Achille è essenziale per la salute dei piedi e delle ginocchia.

Se hai problemi come la fascite plantare o problemi al ginocchio, lavorare sulla flessibilità di queste aree può fare la differenza.

Tuttavia, questi esercizi sono solo l’inizio di un percorso di cura.

Se desideri approfondire e sperimentare la mia metodica, ti invito ad iscriverti al mio SEMINARIO GRATUITO ONLINE dal titolo “Dolori a ginocchia e piedi: soluzioni muscolari” che si terrà lunedì 16 ottobre alle ore 21:00 (replica disponibile per le successive 72 ore).

Per iscriverti gratuitamente e ricevere così sin da subito tutta una serie di MATERIALI INTRODUTTIVI non dovrai fare altro che CLICCARE L’IMMAGINE QUI SOTTO!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Marcello Chiapponi

Articoli interessanti sul dolore al ginocchio e al piede

Tutti i sintomi del dolore al ginocchio

Dolore al piede: punti critici, cause e rimedi “muscolari”

Cause e cure dolore al ginocchio nella corsa

Cure infiammazione tendine rotuleo

Cure cisti di Baker senza intervento

Esercizi per cartilagine delle ginocchia

Cosa fare se le tue ginocchia scricchiolano

Fascite plantare: guida completa alle soluzioni (agg. 2023)

PROVA GRATUITAMENTE IL MIO PROGRAMMA PER MIGLIORARE I PROBLEMI DEL GINOCCHIO!