Dolore fondo schiena: a cosa è dovuto e come liberarsene

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Fisioterapista, trainer e responsabile del sito

SCOPRI CHI SONO

Ultimo aggiornamento il 3 Settembre 2022 di Giovanni Altomari

Il dolore al fondo schiena (in zona osso sacro) è un tipo di lombalgia che si manifesta nella zona dell’osso sacro: il dolore spesso si irradia alla zona dei glutei, e a volte arriva fino alle gambe.

Può insorgere quando stai seduto troppo a lungo, costringendoti ad alzarti.

Oppure si può presentare come una “fitta” improvvisa proprio quando ti alzi dopo aver passato un po’ di tempo in posizione seduta.

Ancora, il dolore al fondo della schiena è una delle manifestazioni più tipiche dei problemi lombari mattutini.

Il dolore al fondo schiena spesso non è legato a problemi delle vertebre, quanto ad eccessive tensioni muscolari: in questo articolo andremo a vedere come liberarcene grazie a 3 semplici esercizi.

 

PS: le indicazioni e gli esercizi che troverai sono presi dal mio CORSO COMPLETO “Mal Di Schiena Passo Dopo Passo”, un percorso online che ha già aiutato più di 2000 persone.

Se hai problemi alla bassa schiena, ti consiglio di iscriverti subito alle lezioni di PROVA GRATUITA e sperimentarne i benefici.

Compila il modulo qui sotto per provarlo gratuitamente!


    Il tuo nome (solo il nome va benissimo)

    La tua email (controlla che sia corretta, mi raccomando!)

    Un recapito telefonico (facoltativo, ma non preoccuparti: nessuno ti chiamerà senza preavviso o senza che tu lo voglia)

     


    Indice dell’articolo


     

    Come si manifesta il dolore al fondo schiena: i sintomi

    In genere, il dolore al fondo schiena si presenta come un fastidio diffuso nell’area dell’osso sacro e nelle zone circostanti.

    Zone di dolore fondo schiena

    Come dicevo prima, molto spesso il dolore al fondo schiena colpisce anche:

    • la zona dei glutei
    • la zona delle gambe, a livello della coscia posteriore o più raramente quella anteriore

    Ecco alcune situazioni tipiche nelle quali si presenta il dolore al fondo schiena:

    • stando seduti a lungo, soprattutto su superfici troppo dure o troppo morbide
    • alzandosi dopo essere stati seduti, con riduzione man mano che si cammina
    • al mattino appena svegli, anche qui con riduzione dopo alcuni minuti

    Tuttavia, non si tratta delle uniche occasioni in cui può comparire questo tipo di dolore.

    Non è raro che il fondo della schiena dia problemi:

    • durante una attività fisica, magari in posizione di flessione della colonna
    • dopo l’attività fisica o sportiva
    • stando in piedi a lungo

     

     

    Perché può fare male il fondo schiena: le cause

    Quando si parla di dolore al fondo della schiena, proprio in zona osso sacro, è difficile che a causarlo siano le famosissime discopatie o ernie al disco.

    Tra l’altro, nell’articolo sul dolore lombare ho più volte sottolineato come discopatie ed ernie al disco NON siano necessariamente la causa del dolore, in quanto presenti anche in persone senza alcun tipo di sintomo, con le stesse percentuali!

    Nella mia esperienza, il dolore al fondo schiena può essere dovuto:

    • all’infiammazione di una o di entrambe le articolazioni sacro iliache (il punto dove il bacino si unisce alla colonna)
    • all’irritazione delle fasce di tessuto connettivo e muscolare poste sopra l’osso sacro

    Nella maggior parte dei casi, queste due situazioni sono legate a “squilibri muscolari”: possiamo semplificare dicendo che i muscoli della zona lavorano male, essendo troppo deboli e/o troppo contratti.

    Come spesso accade in diversi distretti del corpo umano, quando i muscoli lavorano male si infiammano le strutture ossee alle quali sono attaccati.

    In questo caso, come puoi vedere dall’immagine, i muscoli più facilmente coinvolti sono

    • il gluteo, ed il suo “fratellino”, chiamato piriforme
    • i muscoli lombari (gran dorsale e muscoli lunghi)

    dolore fondo schiena: muscoli più coinvolti

    Altre cause di dolore al fondo schiena

    intestino e dolore fondo schiena

    La zona dell’osso sacro può essere “zona riflessa” di molti disturbi (spesso semplici infiammazioni ricorrenti) di tipo viscerale.

    In particolare, l’area del fondo schiena può diventare maggiormente dolente e sensibile in caso di:

    • problemi e infiammazioni croniche a livello di intestino
    • infiammazioni e problemi vari a livello di utero e ovaio (naturalmente solo nelle donne)
    • problemi e infiammazioni a livello della prostata (anche gli uomini vogliono la loro parte)
    • prolasso uterino o problemi vari del pavimento pelvico

    Ecco perchè in casi di dolore al fondo schiena  è particolarmente efficace l’esercizio di allungamento dello psoas, che vedremo tra poco.

    Lo psoas è infatti il muscolo più collegato alle varie strutture viscerali che ho citato.

    In alcuni rari casi, l’infiammazione di entrambe le articolazioni sacro iliache, accompagnata da dolori alle anche e da dolori notturni, può essere segno di una patologia reumatica chiamata spondilite.

    Non andare in panico per aver letto di questi “collegamenti” con gli organi o della spondilite, sono una minoranza dei casi.

    Il consiglio è di parlarne prima con il tuo medico, e poi di seguire i consigli e gli esercizi che vedremo tra poco: puoi eventualmente pensare a qualche accertamento se, nonostante il lavoro sui muscoli, i sintomi persistono senza variazioni.

     

     

    Diagnosi

     

    Il percorso “accademico” classico prevederebbe prima la visita dal medico, poi eventuali accertamenti, e poi le cure del caso.

    In effetti, quando si ha un dolore “nuovo” e persistente, questa è la prima cosa da fare.

    Gli esami che normalmente vengono fatti sono la radiografia e la risonanza magnetica.

    Devi però tenere presente due cose:

    • radiografie e risonanze, come abbiamo detto prima, mostrano problemi significativi anche in persone senza alcun tipo di dolore
    • eventuali “anomalie” (nota le virgolette) potrebbero non essere collegate al dolore in quella zona

    Insomma, spesso gli esami si fanno per escludere problematiche particolari e poco frequenti, come ad esempio la spondilolistesi (scivolamento in avanti di una vertebra).

    Soprattutto se il tuo dolore non è recente, un buon consiglio è quello di provare gli esercizi che vedremo tra poco per un periodo di tempo di almeno un paio di settimane.

    Se la situazione si risolve, non ci sarà bisogno di altro: in caso persistesse, ne parlerai con il tuo medico e lui valuterà il da farsi.

    Il fatto di aver eseguito per un po’ di tempo una efficace rieducazione muscolare, ma senza risultato, è anche un dato utilissimo nel caso si sospettasse uno di quei “collegamenti viscerali” cui accennavo nel paragrafo precedente.

     

     

    Come risolvere il dolore al fondo schiena: 3 semplici esercizi

    Abbiamo visto precedentemente come il dolore al fondo schiena possa essere legato alle articolazioni sacro iliache, oppure alla infiammazione delle fasce connettivali e muscolari.

    E abbiamo visto come dolore ed infiammazione possano essere legati ad una muscolatura che lavora male, quindi a muscoli troppo deboli e/o troppo contratti.

    Ora vedremo alcuni esercizi utili per stimolare in maniera positiva i muscoli che maggiormente agiscono sulla parte bassa della schiena.

    Si tratta di 3 esercizi generici, ma sicuramente efficaci.

    Se ti interessa invece un piano di lavoro COMPLETO e PERSONALIZZATO, ti consiglio la mia guida “Mal di schiena passo dopo passo”.

    Si tratta di un percorso davvero semplice ed intuitivo da attuare, grazie al quale potrai:

    • capire le caratteristiche del tuo mal di schiena
    • avere un programma di esercizi completo ed adatto al tuo caso, grazie ai test di auto-valutazione ed alla impostazione “passo dopo passo

    Il corso “Mal Di Schiena Passo Dopo Passo” è basato sulla mia metodologia, e dal 2017 ad oggi ha già aiutato più di 2000 persone.

    Accedi subito alle lezioni di PROVA GRATUITA per sperimentarne immediatamente i benefici!

    Compila il modulo qui sotto per provarlo gratuitamente!


      Il tuo nome (solo il nome va benissimo)

      La tua email (controlla che sia corretta, mi raccomando!)

      Un recapito telefonico (facoltativo, ma non preoccuparti: nessuno ti chiamerà senza preavviso o senza che tu lo voglia)

       

      Esercizio #1: allungamento dello psoas

      Come ti dicevo qualche paragrafo sopra, stimolare il rilascio dello psoas offre sempre grandi soddisfazioni in termini di riduzione del dolore alla bassa schiena.

      Esercizio #2: allungamento del gluteo / piriforme

      Gluteo e piriforme sono tra i principali muscoli che lavorano sull’osso sacro: per questo motivo ci interessa che non siano eccessivamente contratti.

      Esercizio #3: allungamento della catena posteriore

      L’osso sacro rappresenta il punto di inserzione di muscoli che arrivano fino alla parte alta della colonna: per questo motivo vogliamo stimolare anche loro in modo efficace.

       

       

      Consiglio supplementare: ci sono integratori o applicazioni dirette che possono aiutare?

      Quando si ha un dolore, si vorrebbe qualcosa che ce lo togliesse velocemente: ecco perchè il mercato di integratori, cerotti e dispositivi vari non va mai in crisi.

      Quanto sono utili questi rimedi? Nessuno può dirlo.

      La risposta al dolore è talmente soggettiva, che è praticamente impossibile determinare quanto aiuti “blandi” come integratori o cerotti locali possano aiutare.

      Il mio consiglio è quello di basarsi su due semplici concetti:

      • utilizzare ciò che ha un minimo di efficacia provata
      • non sperare in un eccessivo aiuto. La vera “terapia” è per lo più la riabilitazione.

      Con questi due concetti in mente, e volendo comunque consigliare qualcosa, posso dire che l’integrazione di magnesio ha effetti miorilassanti provati, quindi prodotti come quello qui sotto meritano un tentativo (soprattutto su dolori CRONICI, non su quelli ACUTI).

       

       

      Conclusione

      Il dolore nel fondo della schiena è un problema risolvibile nella maggior parte dei casi, grazie alle indicazioni ed agli esercizi che hai visto in questo articolo.

      Ricorda bene che si tratta di un problema legato nella maggior parte dei casi a muscoli che lavorano male, come abbiamo visto.

      Ma i tuoi muscoli non sono diventati problematici dall’oggi al domani: nel 99,9% dei casi si tratta di un lento accumulo di “input negativi”: postura, tensioni emotive, sovraccarichi…

      Non c’è altro modo di risolvere in modo efficace e duraturo la situazione, se non quello di ripercorrere la strada al contrario, ovvero dare una serie di “input positivi”.

      Nessun massaggio, trattamento o manipolazione può in qualche modo cambiare il modo in cui i tuoi muscoli lavorano: quella è una cosa che puoi fare solo “allenandoli“.

      Non preoccuparti, migliorare i muscoli è semplice e dà benefici rapidi (a volte anche solo qualche giorno).

      In questo articolo ti ho mostrato dei semplici esempi, ma ti invito ancora ad iscriverti alla prova gratuita del mio corso “Mal Di Schiena Passo Dopo Passo”, che tutti i giorni aiuta centinaia di persone con problemi come questo.

      Per farlo, compila il modulo ad inizio o a metà articolo!

       

       

      Video riassunto dell’articolo

      Sul mio canale YouTube (a proposito, iscriviti!) pubblico molto materiale video, ovviamente sugli stessi argomenti che tratto negli articoli.

      Ecco il mio video sull’argomento “dolore bassa schiena e bacino”.

       

      13 risposte

      1. ho 46 anni e soffro di dolori lombari ed emicranie cervicali da circa oltre 15 anni. Nel tempo mi hanno trattata più Fisiatri, terapisti, ho fatto trattamenti (tens anche con medicinale, laser, iniezioni con antidolorifici e miorilassanti, ma cambia solo il livello del dolore, che al mattino è all’apice. Da varie RSM sono emerse 2 protrusioni cervicali e 3 lombosacrali. Dai pochi articoli che ho letto sinora di questo sito, ho capito molte cose che nessuno sinora mi aveva MAI spiegato (a cosa sono dovuti i dolori lombari più acuti nella settimana precedente al ciclo mestruale, ecc.) ma soprattutto l’origine (tensione) del mio calvario. Non vedo l’ora di iniziare oggi stesso gli esercizi e continuare a leggere TUTTO ciò che mi può riguardare nel tuo utilissimo Sito. Certamente ti aggiornerò. Grazie. Monica

      2. grazie mille della guida veramente dettagliata, i miei complimenti. metterò in pratica immediatamente tutti i suoi consigli.
        Avrei solo un dubbio da chiederle: secondo lei la prostatite, varicocele posso essere conseguenze di un mal di schiena? io soffro da un anno della prostatite abatterica, ho fatto un sacco di cure senza il minimo miglioramento. mi sono accorto che spesso mi fa male la schiena senza motivo preciso, e dolori ai piedi sopratutto destro quando cammino o corro. sarei anche interessato appunto a una visita

      3. Ciao Marcello, ho appena scoperto il tuo sito, che trovo molto utile. Faccio un mestiere che mi costringe tutto il giorno seduta davanti al pc. Nell’ultima settimana ho intensificato il ritmo lavorativo e cominciato ad avvertire dolore nella bassa schiena (potrei sbagliarmi, ma penso che il dolore sia localizzato intorno ai fori sacrali). Si tratta di un dolore continuo, che non si placa cambiando posizione (alzandomi o sdraiandomi il dolore continua). Ho cominciato stamattina la serie di 3 esercizi che proponi. Mi chiedevo: quante volte al giorno è bene ripeterli? Una al mattino e una alla sera prima di andare a letto? C’è qualche altra misura che potrei adottare per trovare sollievo? Grazie mille, Laura.

      4. Ciao Marcello, complimenti per il sito, è veramente fatto bene ed esaustivo. Ti pongo la mia domanda, da qualche giorno dopo l’allenamento (faccio body building) ho forte dolore zona lombare destra e mi fa male anche il lato anteriore, zona ovaio. Posto che sono in menopausa (ho 49 anni) come potrei trattare il dolore?

        1. Ciao Anna, prima di tutto bisogna capire da dove venga il dolore, quindi avresti bisogno di una diagnosi medica. potrebbe essere un risentimento dello psoas, e per quello c’è un articolo apposito..

      5. Ciao Marcello, da qualche giorno ho dolore alla parte bassa della schiena a causa di una fitta piuttosto dolorosa che ho avvertito a seguito di un piegamento in avanti per raccogliere una matita da terra. Probabilmente un “colpo della strega”.
        A seguito di ciò, la parte bassa della schiena, sul lato destro, mi causa delle fitte anche piuttosto acute nel fare alcuni movimenti, soprattutto quando faccio perno sulla zona lombare per muovermi (es. piegarmi sul lavandino per lavarmi la faccia), mentre altre volte mi capita di avvertire un fastidio, non un vero dolore acuto, su tutta la fascia lombare stando seduto o in piedi.
        Da ultimo ho notato, provando ad eseguire l’esercizio #3 (allungamento della catena posteriore), che se provo a stare seduto contro il muro e distendere le gambe, oltre all’inevitabile tensione posteriore che è normale, sento un dolore abbastanza pungente sulla parte bassa delle schiena a destra (ma che non alla gamba) che difatto mi impedisce di tenere distese le gambe (avendo la schien ben contro il muro), e che mi porta a dovermi distanziare dalla parete di un bel pò per riuscire a fare l’esercizio. Quindi, il punto più doloroso è quello nella parte bassa a destra, che mi provoca i dolori più acuti anche per banali movimenti, direi micro-movimenti: ad es. sono seduto sulla sedia, seduto in modo corretto, e anche solo piegandomi in avanti di poco sento subito un dolore alla pare bassa dx della schiena, una fitta, come se avessi un ago in quel punto. E poi, più in generale, mi capita alle volte di avvertire un dolore meno intenso distribuito su tutta la zona lombare, che è fastidioso ma non così acuto.
        Cosa mi consigli?
        Ad ogni modo, ti ringrazio per l’aiuto e per i tuoi video.

        1. Ciao. I dolori recenti non necessitano di alcun intervento particolare, in quanto c’è spesso forte presenza di infiammazione. Al momento limitati a riferire al tuo medico, di esercizi ne parli in caso di persistenza per ulteriori 15-20 giorni

      6. Grazie! Oggi sono stato per troppo tempo in una postazione scomoda e non potevo più abbassarmi e star seduto. Con il primo esercizio sono “tornato a respirare”! Grazie ancora, una fortuna aver trovato il tuo sito

      7. Buon giorno.
        Dopo uno strappo muscolare, ho cominciato ad avvertire fitte dolorose al fondo schiena. Dopo le prime iniezioni di voltaren il dolore si è acuito, ma ritorna forte, passato l’effetto. Sono un cardiopatico, con tre infarti. Prendo anche l’omeprazen per lo stomaco, e con l’utima iniezione, dopo un giorno, ho il gluteo e il fianco sinistro doloranti.
        Grazie per tutti i buoni consigli che vorrete darmi.
        Dr. Filippo Grillo

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Logo MDS - Mal di schiena passo passo

      Se soffri di problemi alla schiena, qui c'è tutto quello che ti occorre

      Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per migliorare al massimo il mal di schiena

      Marcello Chiapponi

      Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

      Gli articoli più letti

      La tua cervicale è infiammata ? 5 sintomi che te lo dicono (e cosa farci)

      Dolore all’inguine destro o sinistro: scopri le cause, i sintomi e rimedi

      Dolore alla bassa schiena che prende le gambe: ecco perchè e cosa fare

      Dolore alla schiena sul lato destro o sinistro: da dove viene e cosa fare

      Dolore al braccio e alla spalla: ecco cosa lo causa e come risolverlo

      Mal di schiena: quando la causa è in realtà nell’intestino (irritato)

      Artrosi all’anca: i vari tipi di sintomi(perchè si avvertono e come rimediare)

      Sensazione di bruciore alla schiena: ecco perchè la avverti e cosa ci puoi fare

      Vertigini e giramenti di testa: quando il problema è cervicale (guida completa)

      Cosa fare per il mal di schiena da ernia del disco L4-L5 o L5-S1

      Dolore anteriore della coscia: possibili cause, soluzioni ed esercizi specifici

      Cervicale infiammata: 4 semplici rimedi per i dolori cervicali

      Infiammazione nervo sciatico: rimedi ed esercizi

      Discopatia L5-S1 (o protrusione discale L5-S1): sintomi ed esercizi

      Mal di schiena zona lombare: cosa lo causa e come curarlo con esercizi mirati

      Dorsalgia e dolore in zona scapole: guida completa per migliorarli

      Esercizi per ileo psoas: il muscolo che infiamma schiena e anca

      Dolore in fondo alla schiena: a cosa è dovuto e come liberarsene con 3 semplici esercizi

      Mal di testa lato destro o sinistro: quando la causa è cervicale