L'Altra Riabilitazione

Come risolvere i problemi di DISCOPATIE CERVICALI (guida completa)

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Fisioterapista e trainer con oltre 20 anni di esperienza nonché fondatore di L'Altra Riabilitazione. Negli anni, i contenuti da me realizzati sono stati fruiti da oltre 1 milione di persone e il mio canale YouTube di settore ha ottenuto il traguardo dei 500 mila iscritti e delle 65 milioni di visualizzazioni.

SCOPRI CHI SONO

Oggi vorrei parlare di un argomento che molte persone conoscono, purtroppo, molto bene: le discopatie cervicali.

Questa terminologia, spesso riscontrata in risonanze magnetiche o lastre, può suonare come una condanna a vita per molti.

Tuttavia, vorrei rassicurarti sul fatto che… non è assolutamente così!

Esistono soluzioni efficaci e strategie da adottare per affrontare questo problema: le vediamo in questo articolo, e prima ancora nel corrispondente video che trovi qui sotto.

 

 

Vuoi iniziare un ottimo percorso? Scopri Cervicale STOP! (nella versione “in pillole”)

Gli esercizi come li descrivo nel video sono un ottimo punto di partenza; volendo c’è anche tantissimo altro materiale sul mio canale YouTube.

Ma perché saltare da un video all’altro quando puoi avere un piano completo, organizzato e già usato con successo da più di 7000 persone negli ultimi anni?

Allora non perderti Cervicale STOP!, ora disponibile anche in una pratica versione “in pillole“: una metodologia che ti permetterà di avere il miglior piano di rieducazione per il tuo tratto cervicale.

Clicca sull’immagine qui sotto per scoprire di più ed iscriverti alla PROVA GRATUITA!

 

Che cos’è la discopatia cervicale?

Prima di tutto, cerchiamo di capire di cosa stiamo parlando.

Tutti sappiamo che tra una vertebra e l’altra ci sono dei dischi, una sorta di ammortizzatori.

Può succedere però che alcuni di questi dischi sviluppino problemi: quando ciò accade, parliamo di discopatia, ovvero di problemi al disco a livello cervicale.

A livello cervicale, questo fenomeno si verifica soprattutto tra la vertebra C5-C6 e tra la vertebra C6-C7.

 

Quali problemi possono sorgere?

Ci sono vari tipi di problemi che possono sorgere.

Potrebbe esserci una degenerazione, senza una vera e propria perdita di altezza o compressione.

Potrebbe esserci una protrusione, in cui il disco risulta schiacciato e il contenuto sporge leggermente, un po’ come un panino quando viene schiacciato.

Oppure, il contenuto potrebbe essere francamente erniato , cioè si parla di ernia al disco (ernia cervicale in questo caso) quando c’è molto materiale al di fuori della sua sede normale.

 

Quali sintomi possono causare le discopatie?

A meno che non si tratti di un problema molto grave che causa una forte compressione, il problema principale non sono le discopatie.

Infatti, se guardiamo le statistiche, vediamo che la degenerazione dei dischi è un fenomeno normale con l’avanzare dell’età.

Ad esempio, a 20 anni, il 37% delle persone sane ha già una degenerazione discale.

A 40 anni, questa percentuale sale al 68% e a 80 anni, il 96% delle persone senza problemi ha una degenerazione discale.

 

Qual è il vero problema?

Il vero problema è l’irritazione generale del tratto cervicale, in particolare quella legata ai muscoli e alla contrattura, o anche a quella alle vertebre, ma non specificamente al fatto che i dischi siano danneggiati.

Quando c’è un’irritazione generale, possono sorgere sintomi come:

 

Quali sono le soluzioni?

Fortunatamente, possiamo ridurre l’irritazione generale del tratto cervicale.

Non possiamo “aggiustare” i dischi, ma non è necessario: abbiamo infatti visto come la presenza in sè di discopatie non sia il problema principale (le hanno anche i sani!)

La soluzione numero uno è ridurre la tensione dei muscoli.

Questo si può fare con esercizi di stretching cervicale, che ho illustrato in molti miei articoli e video.

Inoltre, è importante ridurre la tensione posturale, non solo a livello cervicale, ma anche a livello delle spalle, del dorso e spesso anche della bassa schiena.

Un’altra soluzione è avere muscoli più forti ed efficienti.

Avere muscoli più forti è una delle armi più efficaci per ridurre l’infiammazione nel corpo umano: infatti, all’aumentare della forza muscolare, si ha sempre una riduzione dello stato infiammatorio.

E a proposito di infiammazione, è importante ridurre l’infiammazione generale, che è strettamente legata al nostro stile di vita.

Migliorare il nostro stile di vita, dal punto di vista dell’alimentazione e delle abitudini quotidiane, può avere un impatto significativo sul nostro benessere generale e, di conseguenza, sulla nostra salute cervicale.

In conclusione, non è necessario preoccuparsi eccessivamente delle discopatie cervicali.

Anche in presenza di discopatie, possiamo ridurre il nostro stato di irritazione generale e far parte di quella grande maggioranza di persone che hanno discopatie ma non hanno sintomi e possono fare quello che vogliono.

Quindi, se vuoi affrontare questo problema con un approccio completo, ti invito a esplorare le soluzioni che ho proposto.

E se vuoi una soluzione già pronta, e che ha già aiutato migliaia di persone (letteralmente!)…ciò che stai cercando è il mio protocollo Cervicale STOP!

Scoprilo cliccando sull’immagine qui sotto!

 

Scopri come migliorare il tuo dolore cervicale, riducendo il mal di testa, le vertigini e gli sbandamenti.

Tutti i dettagli sui sintomi e sulle migliori strategie per ridurre al massimo il dolore cervicale

Marcello Chiapponi

Marcello Chiapponi

Ciao, sono Marcello Chiapponi, fisioterapista e personal trainer, responsabile del sito.

Marcello Chiapponi

Articoli interessanti sul disturbo cervicale

Tutti i sintomi della cervicale

Tutti gli articoli sul disturbo cervicale

Esercizi per disturbo cervicale

Sintomi di infiammazione cervicale

Guida al mal di testa da cervicale

Cervicale e sintomi neurologici

Riduci il dolore cervicale

Scarica la demo gratuita del mio videocorso sul disturbo cervicale.

Cervicale_stop